Spagna, primo posto e Italia; l’Uruguay sfiderà il Brasile

Gli spagnoli passano facilmente sulla Nigeria, un 3-0 perentorio con doppietta di Jordi Alba e gol di Fernando Torres. Le aquile nigeriane pagano così a caro prezzo la sconfitta nello scontro diretto con l’Uruguay, che a conti fatti le è costato l’eliminazione. La Celeste infatti non si lascia sfuggire l’occasione di battere la cenerentola Tahiti e di conquistare così il secondo posto nel girone alle spalle dei Campioni del Mondo. Finisce 8-0 per l’Uruguay, sugli scudi il palermitano Abel Hernandez, autore di quattro reti. Hernandez è sicuramente un talento, ormai già da qualche anno sempre sul punto di esplodere, ma che non è mai riuscito a fare il definitivo salto di qualità, anche a causa dei numerosi infortuni. Chissà se questi gol possano costituire una vetrina per possibili acquirenti. Segnano anche il capitano Diego Perez, Lodeiro e Luis Suarez, autore di una storica doppietta che lo porta a essere il più grande marcatore della storia della nazionale uruguaiana con 35 gol. Unico momento di gloria per Tahiti a inizio ripresa, quando il secondo portiere Meriel para il rigore calciato (male) da Scotti. Un sorriso per la vera cenerentola della competizione.{ads1}In semifinale si prospettano dunque due sfide interessanti. Tra Italia e Spagna andrà in scena la rivincita dell’ultima finale europea, stravinta dagli spagnoli per 4-0. Affascinante anche l’altra semifinale, l’Uruguay che affronta il Brasile in trasferta evoca ricordi storici, trionfali per la Celeste che nel 1950 al Maracanà conquistò il suo secondo e ultimo mondiale, proprio in casa del Brasile contro i padroni di casa. Il Brasile anche questa volta partirà favorito, gradi che avrà anche la Spagna contro l’Italia di Prandelli. Ma le sorprese possono essere dietro l’angolo.

Vuoi commentare l'articolo?

Alessandro Paparella

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->