Serie B, Play Offs: Pescara e Bologna trovano la finale

Anche le semifinali dei Play Offs del campionato cadetto ci hanno regalato non solo molte emozioni, ma anche suspense fino all’ultimo minuto. La corazzata Bologna e il Pescara si preparano ad affilare le armi per poter raggiungere il sogno Serie A che ormai è ad un passo.

Come sappiamo ormai troppo bene nulla è sicuro in questa Serie B. Già all’ andata sembrava tutto troppo facile soprattutto per il Bologna, che in scioltezza aveva battuto l’Avellino in trasferta. Però nel ritorno di ieri pomeriggio, i campani sembravano dei lupi agguerriti, pronti a non mollare nemmeno un centimetro pur di trovare la qualificazione nella finale. I biancoverdi non solo umiliano i Felsinei sul piano della qualità di gioco, ma riescono ad essere molto concreti. Alla fine della gara trovano anche il 2-3 del vantaggio con Kone, ma non è ancora abbastanza per passare il turno. I campani escono da questo mini-torneo dei Play Offs a testa alta. Invece, altra prova a dir poco mediocre per gli emiliani, che non riescono mai a sfruttare l’immensa qualità che possiedono. Solo grazie ad un piccolo cavillo regolamentare (miglior piazzamento in classifica nella stagione regolare) riescono pur giocando in modo indegno a trovare la finale.

Anche nell’altra semifinale lo spettacolo non è mancato. Il Pescara, con il suo vizietto di dar fastidio alle grandi, non vuole farsi scappare l’ultimo treno per la Serie A. infatti, non sbaglia un colpo e mette in crisi il Vicenza, che alla fine dei novanta minuti si deve arrendere al risultato di 2-2 che qualifica gli abruzzesi. Nonostante i sette punti di distacco in classifica a fine torneo, gli abruzzesi dimostrano di essere in forma ed in queste condizioni è quasi impossibile mancare il risultato. Il club del delfino, già nelle ultime giornate di questa competizione, ha fatto vedere al pubblico del campionato cadetto di riuscir ad immobilizzare la gara e far male nel momento più opportuno. Anche il Vicenza ci prova, cerca di ribaltare il risultato e trovare la qualificazione, ma ha un difetto di fondo: non ha la mentalità di vincere le gare decisive.

Come da nostro pronostico della scorsa settimana era impensabile una finale diversa da questa: da una parte il coraggio e la voglia del Pescara di centrare l’impresa massima serie, dall’altra la superpotenza Bologna che doveva aver già chiuso questo campionato senza arrivare ai Play Offs. Però a differenza di tutte le altre sfide, non è possibile nemmeno lontanamente capire, chi avrà la forza e la mentalità di conquistare la promozione. Come tutte le finali, sarà una partita a poker e non sempre chi parte avvantaggiato conquisterà la vittoria.

Vuoi commentare l'articolo?

Daniele Giacinti