Un Sant’ Ambrogio da incubo per le milanesi

In questo fine settimana arricchito dal ponte dell’ 8 Dicembre, il nostro campionato “spezzatino” ci ha offerto diversi risultati a sorpresa. Roma e Juventus, con la testa già alla Champions, non sono andate oltre il pareggio, il Genoa e la Sampdoria sono balzate al terzo e quarto posto, mentre le due milanesi sprofondano dopo due pesanti sconfitte, proprio nel weekend di Sant’ Ambrogio.

Questa settimana doveva essere quella del riscatto per le due milanesi. Inzaghi aveva addirittura dichiarato che difficilmente il Genoa avrebbe dimostrato di essere più in forma dei rossoneri, mentre Mancini, nonostante la sconfitta contro la Roma, aveva notato dei miglioramenti che davano qualche speranza in più all’ Inter in vista della partita contro l’ Udinese dell’ ex Stramaccioni. Purtroppo però, nemmeno Sant’ Ambrogio è stato di buon auspicio per le due milanesi. Il Milan, ha incontrato un Genoa tritasassi che ha voluto ed ottenuto il terzo posto grazie al gol di Antonelli. L’ Inter invece, dopo essere passata in vantaggio con Icardi, ha ceduto in seguito alle contromosse di Stramaccioni nel secondo tempo, che hanno portato ai gol di Bruno Fernandes e Thereau. Per quanto riguarda Roma e Juventus, il fatto che non abbaiano ottenuto i tre punti è già una notizia. La Juventus ha affrontato la difficile sfida contro la Fiorentina, un incontro storicamente spettacolare, che in realtà non è andata oltre lo 0 a 0. Forse la scelta di Coman al posto di Tevez, ci suggerisce che Allegri un pensierino all’ incontro di Champions League contro l’ Atletico Madrid ce l’abbia fatto. Stesso discorso per quanto riguarda la Roma di Rudi Garcia. Il tecnico giallorosso ha lasciato fuori Astori, Maicon, Nainggolan, Gervinho e Totti, lasciando spazio al rientro dal primo minuto di Kevin Strootman , forse prematuro contro un Sassuolo reduce da sette risultati utili consecutivi. Che la testa fosse già al Manchester City, lo hanno poi confermato i clamorosi errori di De Sanctis e l’ espulsione di De Rossi dopo un altro errore grossolano. A salvare il risultato però ci ha pensato Adem Ljajic, che ha tirato fuori dal cilindro una doppietta a conferma del suo splendido stato di forma. Il primo gol del serbo però, è arrivato dal dischetto grazie ad una decisione arbitrale che ha creato molteplici polemiche, in quanto il pallone aveva toccato la gamba del difensore prima di sbattere contro il braccio dello stesso.  Di rigori del genere in passato ne sono stati fischiati parecchi, probabilmente questa è una situazione di gioco in cui andrebbe fatta maggiore chiarezza in modo che gli arbitri possano utilizzare un metro di giudizio più univoco.

In ogni caso, siamo in un campionato in cui lo spettacolo non arriva solo dalle prime in classifica. Dopo la splendida vittoria del Genoa, anche la Sampdoria ieri ha conquistato i tre punti che gli hanno permesso di sorpassare il Napoli. L’ Udinese, anche quest’ anno propone un ottimo calcio nonostante il cambio di allenatore e lo stesso Sassuolo, al suo ottavo risultato utile consecutivo, sta sfoderando prestazioni da urlo, tanto da mettere in difficoltà anche la Roma. L’ altra sorpresa che conclude questo lunghissimo weekend di calcio, è stata la sconfitta dello spavaldissimo Cagliari di Zeman, battuto 2 a 0 dal Chievo Verona. In un campionato in cui si passa dalle stelle alle stalle con una velocità pazzesca, la morale della favola è una sola: mai sottovalutare l’ avversario.

Twitter: @Dr_Lexus08

a-sassuolo

Vuoi commentare l'articolo?

Alex Marino