Roma-Bologna: solo un pareggio

Stadio Olimpico. Circa 30.000 spettatori per Roma-Bologna. L’undici di Donadoni, fermo a 36 punti sul lato destro della classifica, arresta la rincorsa dei giallorossi sul Napoli nonostante la buona prestazione della squadra di casa.

Fuori Dzeko e Keita per scelta del mister, mentre Nainggolan per squalifica, ritroviamo in campo il desaperecido De Rossi e Iago Falque; per il Bologna, unica sorpresa è la panchina per Constant.

La Roma parte alla grande e attacca senza mezzi termini. Passano solo 180 secondi dal fischio di Massa e Iago Falque ci fa letteralmente drizzare la pelle con una prodezza indirizzata proprio sotto l’incrocio dei pali ma Mirante opera un vero miracolo. Poco dopo tocca alla coppia egiziana farci balzare dal divano: su un colpo di testa di Salah, il portiere rossoblu respinge e El Shaarawy insacca senza fatica ma la goduria di un istante è annullata per fuorigioco.

Il Bologna, poco pericoloso, ha certamente dalla sua la dea bendata. Infatti prosegue il filetto di pali di Salah: il secondo arriva su lancio profondo di Perotti ma ancora un prodigioso Mirante gli nega il gol. Sulla ribattuta ci sarebbe Pjanic ma il bosniaco liscia il pallone.

E nella più confermata filosofia calcistica del “goal mangiato, goal subito” arriva la rete del club emiliano: Rudiger lascia spazio all’inserimento di Rossettini che, sulla punizione di Zuniga dalla trequarti, di testa sorprende il Richie Cunningham capitolino.

La Roma è nel suo stadio provvisoriamente sotto di un goal contro un timido e fortunato Bologna. Trascorso il primo tempo, i tifosi attendono e sperano da tante giornate, i presupposti ci sono tutti e il glabro toscanaccio azzecca la pensata: l’Olimpico accoglie con un gran boato il suo Capitano, entra l’ottava meraviglia, Francesco Totti.

I giallorossi, ora, sono pronti a farsi sentire. Arriva, ancora, con un sinistro a giro, il terzo palo di Salah ma arriva anche il pareggio. Contropiede romanista: Pjanic recupera, ecco l’abile tocco sull’orlo del fuori gioco del Capitano per l’egiziano che riporta gli undici di Spalletti sull’1-1.

C’è tempo per illudersi quando Salah al 38° sfiora il vantaggio e poco dopo, su un cross pericoloso di Francesco Totti, Mirante smanaccia e Perotti calcia altissimo.

Termina, dunque, con un punto ciascuno il match di Roma-Bologna. Il Napoli, per ora, tira un sospiro di sollievo e si gode i 6 punti di vantaggio. Ma dovrà difenderli in previsione di due impegni difficili ravvicinati: il prossimo contro l’Inter a San Siro e il 25 aprile lo scontro diretto contro la Roma all’Olimpico.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

melania fusco

Classe 1982, romana e romanista doc, "fresco" avvocato con la grande passione per la scrittura e l'animo umano. "La penna è il mio pennello e realizzerò grandi opere di libertà".