Quel “diavolo” di Handanovic blocca un Milan spuntato

“Quando l’avversario sta per morire, lo devi uccidere..”. Con queste parole il tecnico del Milan Allegri nel post partita è riuscito a sintetizzare alla perfezione ciò che è stato il derby della Madonnina. Sì perché in quel di San Siro i rossoneri spadroneggiano in lungo e in largo, trovando il vantaggio grazie ad un gol meraviglioso di El Shaarawy e sfiorando a più riprese il colpo del ko, evitato solamente dalle prodezze di Handanovic e da un Balotelli sciupone. L’Inter è poca roba, come un pugile alle corde traballa sulle ginocchia e sembra poter crollare da un momento all’altro. Ed invece al secondo tiro in porta dei nerazzurri Schelotto trova un pareggio che salva Stramaccioni da critiche e figuracce, nonostante la sua squadra continui ad esprimere un calcio ben al di sotto delle potenzialità tecniche di una rosa che avrebbe dovuto lottare per lo scudetto. Ma ormai si sa, Moratti si è preso le sue responsabilità per aver voluto Stramaccioni alla guida della squadra, ed è deciso a far concludere la stagione al tecnico romano, nonostante i risultati.

Nel frattempo la Juventus continua inesorabile nella sua marcia verso lo scudetto. Dopo un inizio di 2013 problematico, dovuto soprattutto ai carichi di lavoro delle vacanze natalizie, i bianconeri sembrano aver ripreso un buon ritmo, come conferma la netta vittoria sul Siena per 3-0. Ora è attesa la risposta del Napoli, reduce dalla figuraccia europea, impegnato stasera sul difficile campo dell’Udinese. Seconda vittoria consecutiva per la Roma, che a Bergamo s’impone 3-2 sull’Atalanta: l’effetto Andreazzoli sembra far bene ai giallorossi, apparsi ben messi in campo. Sicuramente rispetto al gioco di Zeman i tifosi della Roma si divertiranno meno nel veder la propria squadra, ma almeno si troveranno con qualche punto in più in classifica!

E intanto in quel di Palermo si consuma l’ennesima follia di Zamparini, che esonera Malesani dopo sole tre partite per richiamare quel Gasperini mandato via a calci nel sedere poco meno di un mese fa: in queste condizioni ambientali sarà difficilissimo per il Palermo raggiungere la salvezza, sempre che il patron voglia davvero raggiungerla. Traguardo che invece si avvicina per Cagliari e Sampdoria, vittoriose rispettivamente contro Torino e Chievo. Grande impresa del Catania che espugna Parma: per gli etnei l’Europa è molto di più di una semplice chimera. Rinviata a martedì Bologna-Fiorentina, a causa della violenta nevicata che ha colpito la città emiliana.

Vuoi commentare l'articolo?

Cristian Policella

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->