Paris d’oro sulla Stelvio

E il successo per il giovane velocista è arrivato sulla Stelvio di Bormio in una delle gare più pazze, per l’esiguità dei distacchi, che si ricordi. I tre atleti che salgono sul podio si trovano nello spazio di due centesimi. Il nostro Dominik infatti termina la gara ex aequo con l’austriaco Reichelt e Svindal con un ritardo di un centesimo finisce terzo. Klaus Kroell con un ritardo di appena due centesimi finisce quarto; una gara da infarto! Al quinto posto c’è il francese Clarey e l’azzurro Werner Heel, tornato ormai quello di qualche anno fa, finisce sesto. Con il nono tempo di Innerhofer e l’undicesimo di Fill si concludono i piazzamenti di una giornata fantastica per la velocità. Una ottima prova di squadra che trova nella vittoria di Paris la ciliegina sulla torta. Pensiamo che nello sci moderno, nelle discipline veloci, per un giovane è molto difficile arrivare primi e ci sfreghiamo le mani.

In classifica di specialità primo è il norvegese Svindal con 285 punti seguito dal nostro Paris con 193, terzo Kroell con 141, poi Jansrud con 139 e quindi Innerhofer con 133. Quindi due italiani tra i primi cinque con inoltre Heel e Fill rispettivamente undicesimo e sedicesimo che possono facilmente recuperare posizioni.
In classifica generale Svindal conduce con 674 punti tallonato dall’austriaco Hirscher con 560 e dall’americano Ligety a quota 537. Dal settimo al decimo posto quattro italiani: nell’ordine Moelgg, Heel, Paris e Marsaglia…bene così!

SEMMERING- Nello slalom serale femminile di Semmering, svoltosi come sempre davanti ad un pubblico da stadio, a vincere è Veronika Zuzulova che ottiene il suo primo successo in CDM dopo ben tredici podi conquistati a partire dal febbraio 2004. La slovacca precede la Zettel, atleta di casa sostenuta da un tifo caloroso e colorato, che si conferma in palla e torna subito a far bene in slalom dopo l’uscita di Are. Terza si piazza Tina Maze al suo undicesimo podio della stagione: la slovena ha già sorpassato i 1000 punti in classifica e se continua con questa regolarità straordinaria potrebbe davvero puntare al record di 1980 della Vonn. Maria Riesch finisce quarta seguita dalla bravissima svedese Pietilae-Holmner. Ottimo poi il sesto posto della giovane slalomista tedesca Christina Geiger che precede la veterana Poutiainen. Ottava Irene Curtoni, la migliore delle italiane che ieri hanno dato un buon segnale con il tredicesimo posto della Costazza e il quattordicesimo della Moelgg. Ottimo poi il diciannovesimo tempo finale della Azzola che si era qualificata col ventiseiesimo tempo per la seconda manche. Buona poi la prova di Elena Curtoni che non si qualifica per un soffio ma che è pronta per la sfida della polivalenza. Da segnalare poi l’uscita della Shiffrin. Con l’assenza della fuoriclasse austriaca Marlies Schild la lotta per la coppa di specialità è apertissima e vede al comando la Maze con 230 punti seguita dalla Riesch con 224, dalla Zuzulova con 205, dalla Shiffrin con 196 e dalla Poutiainen e Zettel a quota 180. In classifica generale la Maze guida con 1059; la Riesch che è seconda ne ha 632. Un confortevole distacco per la slovena che saluta questo 2012 certamente carica di ottimismo.

 

Vuoi commentare l'articolo?

admin

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->