Nuova maglia AS Roma: storia, commenti e obiezioni

La nuova maglia dell’ AS Roma è stata svelata al grande pubblico. La società giallorossa lo aveva annunciato tramite il proprio profilo ufficiale Twitter a pochi giorni dal lancio ufficiale sul mercato, previsto per l’ 11 Giugno. Tale data, a quanto pare sarebbe stata disattesa da alcuni punti vendita della Capitale i quali, come si legge dal sito www.marione.net , avrebbero messo in vendita il nuovo merchandising della Roma prima del previsto, in completa contraddizione rispetto alle direttive aziendali della Nike, sponsor tecnico ufficiale dallo scorso anno.

Per quanto riguarda il nuovo outfit con il quale la Roma scenderà in campo la prossima stagione, la Nike ha scelto un design innovativo che ben si sposa con la storia di Roma. Il lato storico della nuova maglia della Roma infatti, riguarda alcuni dettagli ispirati dalle antiche armature dei centurioni romani. È per questo motivo che il colletto classico ha lasciato spazio al particolare girocollo con un piccolo intaglio centrale. Anche il busto ricalca le forme delle armature: due tonalità diverse di rosso, distinguono le maniche e le spalle (di colore rosso scuro) dal petto e dall’addome ( rosso chiaro, più classico), esaltando inoltre la fisicità dei calciatori, visti in questo caso come guerrieri pronti a scendere sul campo di battaglia. Il design della maglia, oltre ai richiami storici, presenta al tempo stesso elementi innovativi, dato che per la prima volta nella storia sono presenti due toni di rosso sulla stessa divisa.

Un bordo arancione, traforato per facilitare la traspirazione, percorre i fianchi della maglia e dei pantaloncini bianchi, slanciando ulteriormente la figura degli atleti. Un’altra novità è costituita dall’esclusivo font creato ad hoc per Roma e per l’AS Roma , che andrà a personalizzare le maglie dei calciatori con nome e numero. Mentre le vecchie stampe erano completamente bianche con il contorno arancione, sulla nuova maglia ci sarà un lettering di un colore più scuro, che si ispira ai materiali e all’ architettura dell’antica Roma.

Commenti e obiezioni?

I giocatori più rappresentativi  della Roma hanno commentato con entusiasmo la nuova maglia in occasione del servizio fotografico (vedi

lo shooting da dietro le quinte )che verrà utilizzato per le campagne pubblicitarie. In chiave mercato, fa ben sperare la presenza di Nainggolan, fotografato con la nuova maglia insieme a Totti, Florenzi, De Rossi e Manolas. Ora che la società dispone di una bella maglia, è arrivato il momento di farla indossare a grandi giocatori.

Se a Totti e compagni la nuova divisa è piaciuta molto, a quanto pare, il “doppio rosso” non è stato ancora digerito benissimo dal popolo romanista, nonostante l’affascinante legame storico che c’era dietro alla scelta dei designer. Ma questa, se vogliamo, è una critica puramente estetica e soggettiva.

 

Ciò che invece lascia abbastanza perplessi i tifosi più appassionati è, oltre alla ormai proverbiale assenza di un main sponsor, la scomparsa dello storico detto popolare “la Roma non si discute, si ama” che nel modello precedente era stato applicato da Nike all’interno della maglia, sotto il colletto. Posizionare uno slogan sulla maglia, è da qualche anno un dettaglio che caratterizza le maglie dei club più importanti sponsorizzati Nike; basti pensare a “mes que un equipo” del Barcellona, “fino alla fine” della Juventus e così via. L’anno scorso infatti, lo slogan giallorosso sulla maglia aveva fatto letteralmente innamorare la passionale tifoseria giallorossa, la quale potrebbe rimanere delusa dal nuovo modello senza alcuna scritta. Sarà  che, dopo una stagione al di sotto delle aspettative, la Roma abbia sentito il bisogno di “mettersi in discussione”!? Una cosa e’ certa: in una città in cui si parla solo di calcio, la Roma è molto più amata che discussa.

Vuoi commentare l'articolo?

Alex Marino