Nazionale: mancata convocazione per De Rossi

Due sono le sfide che vedranno impegnati i nostri azzurri nei prossimi giorni: il 28 marzo a Sofia contro la Bulgaria nella gara valida per la qualificazione ad Euro 2016; il 31 marzo allo Juventus Stadium, nell’amichevole contro l’Inghilterra.

Conte dirama la lista dei convocati, c’è una novità : Daniele De Rossi non cè!

Il centrocampista della Roma, dopo aver collezionato una vittoria negli Europei con l’Under 21 nel 2004, e una medaglia di bronzo nelle olimpiadi di Atene, non manca un appuntamento con la Nazionale maggiore dal 2005, indossa anche lui la maglia di campione del mondo a Berlino nell’ anno successivo.

Lo scorso 16 novembre, nella partita contro la Croazia, valida sempre per la qualificazione ai prossimi europei, festeggia persino la sua centesima presenza in azzurro, ma oggi per lui nessuna convocazione, Conte lo lascia a casa preferendogli Valdifiori, il centrocampista dell’Empoli.

La decisione del CT, discutibile se rapportata a scelte precedenti, quali la convocazione di un mediocre Balotelli lo scorso novembre perchè considerato patrimonio calcistico, o quelle attuali che preferiscono Eder e Vazquez ad attaccanti made in Italy, è figlia legittima delle ultime basse prestazioni del giallorosso, del quale recentemente si è parlato più per gossip e per critica al suo ingaggio da cifre stratosferiche, che per tesserne le lodi in campo.

Con 6,5 milioni netti a stagione il romanista ha l’ingaggio più alto del Campionato, forse ci si aspetta qualcosa in più da un giocatore che gode di una così alta considerazione in remunerazione, eppure Daniele sembra vivere un momento buio, di insicurezza e rassegnazione, troppi errori, molti passaggi sbagliati, lento e debole il più delle volte il suo gioco, poca grinta, tanta rabbia, tutto questo almeno fino a ieri.

Sarà stata la mancata convocazione in Nazionale, o forse “l’imbruttita” della curva dopo la vergognosa disfatta contro la Fiorentina, e ben vengano se sono servite, perchè ieri finalmente, dopo tanto tempo vediamo in campo un grande giocatore, deciso, aggressivo e risoluto, che con la sua rete riporta anche la Roma a vincere e prende il posto del desaparecido De Rossi.

L’augurio di tutti i tifosi, ora, è che la performance contro il Cesena, non sia un episodio da calendario, ma una ritrovata consuetudine in ogni futura prestazione di Daniele, allora sì, che Conte avrà certamente qualcosa da rivedere.

Vuoi commentare l'articolo?

melania fusco

Classe 1982, romana e romanista doc, "fresco" avvocato con la grande passione per la scrittura e l'animo umano. "La penna è il mio pennello e realizzerò grandi opere di libertà".