MotoGp, Marquez come Doohan e Rossi

Nel Gran Premio di Francia a Le Mans parte male lo spagnolo, ma è un diesel, carbura lentamente. Tiene sotto controllo la fuga di Valentino Rossi, lui si scattato molto bene, al pari di Dovizioso, e resta a guardare sornione. Male invece sin dall’avvio Lorenzo e Pedrosa.{ads1}Il calo di Dovizioso (chiuderà ottavo) coincide con il risveglio di Marquez, che inizia a recuperare posizioni. Lo spagnolo si porta fino al secondo posto, a ridosso di Rossi. A quindici giri dalla fine Marquez approfitta di un largo di Valentino per prendersi la testa della corsa, che non mollerà più. 

Sul podio dietro il 93 e il 46 ci finisce Alvaro Bautista, che passa il pur buon Espargaro, quarto davanti alla coppia degli scontenti Pedrosa-Lorenzo.

Stupisce in particolare in negativo la stagione abulica di Lorenzo, che pare aver perso quella grinta e quella fame da sempre suo marchio di fabbrica. Le Honda sono superiori, questo è vero, ma Rossi con la stessa moto, e con una carriera non certo in ascesa sta facendo molto meglio. I problemi sembrano essere soprattutto mentali, in questa fase forse soffre molto l’esplosione di Marquez, che dal canto suo si gode i 125 punti e un Mondiale che pare già quasi ipotecato.

Prossimo appuntamento tra due settimane in Italia, dove sulla pista del Mugello sarà aperta la caccia a Marquez.

 

Vuoi commentare l'articolo?

Alessandro Paparella

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->