MotoGP, Le Mans: doppietta Yamaha, vince Lorenzo

Nella MotoGP, sul circuito francese di Le Mans, Jorge Lorenzo ottiene il secondo successo di fila precedendo Valentino Rossi e Andrea Dovizioso. Quarto il campione in carica Marquez, davanti ad Andrea Iannone e Smith.

La performance di Jerez non è stata, evidentemente, una casualità: Lorenzo si conferma in forma strepitosa anche in terra francese, dominando la domenica di gara dall’inizio alla fine. A voler essere pignoli, il dominio non si è esteso in quest’occasione su tutto il weekend: in qualifica il protagonista è stato Marc Marquez, autore della pole position con mezzo secondo di vantaggio su Dovizioso e sei decimi proprio su Lorenzo, con Valentino settimo a più di un secondo. In gara, invece, si è assistito a un copione completamente diverso: al via, Dovizioso brucia Marquez che va lungo in staccata, Lorenzo prova la fuga davanti a Dovizioso, Iannone, Marquez e Rossi, mentre Pedrosa cade pur rialzandosi e proseguendo la corsa (terminando 16imo, ndr). Al terzo giro Rossi duella con Marquez e lo passa, per poi mettere a segno il nuovo record della pista. Lorenzo continua a essere braccato dalle due Ducati, mentre Marquez, in difficoltà con la sua Honda, scende in sesta posizione, scavalcato da Smith. Rossi, al contrario, sembra aver risolto i problemi di assetto che ne avevano caratterizzato tutto il weekend ed è in piena rimonta: tra il decimo e il tredicesimo giro si libera dei due piloti Ducati e, con poco più di metà gara a disposizione, punta il compagno di squadra distaccato di circa due secondi. Purtroppo per il campione di Tavullia, il ritmo del “martello” di Maiorca è alto e costante e la rincorsa si rivela vana, con Dovizioso a completare il podio.

Senza dubbio, il vero spettacolo in pista l’hanno messo in scena i piloti alle loro spalle: protagonista Iannone, costretto a delle infiltrazioni per un infortunio alla spalla sinistra. Verso metà gara il centauro abruzzese inizia inevitabilmente ad accusare dolore, staccandosi dal treno per il podio. Raggiunto da Smith e Marquez ingaggia con quest’ultimo un duello all’ultima staccata, condito da folli incroci di traiettoria e ripetuti sorpassi: adrenalina pura per i tifosi presenti e gli spettatori da casa, che vede Marquez imporsi per la quarta posizione finale davanti allo stesso Iannone e a Smith. Questo il commento finale dell’eroico pilota italiano: “è stata una gara molto dura. All’inizio andavo molto bene quando avevo l’effetto dell’infiltrazione. Per un momento ho pensato di fermarmi, perché non riuscivo a controllare la moto. Poi ho respirato per 3/4 giri, dove ho permesso a Marc e Smith di recuperare terreno. Sono contento per il duello fatto con Marc. E’ stata una bella battaglia, molto serrata, l’ho portato a sbagliare più volte. Ho sempre avuto la possibilità di controbattere i suoi sorpassi e alla fine anche quando si è messo davanti non è andato via. In altre condizioni avrei potuto batterlo, ma sono contento”.

Rossi sempre al comando della classifica iridata MotoGP con 102 punti, con quindici lunghezze di vantaggio su Lorenzo e diciannove su Dovizioso. Prossimo appuntamento in Italia, al Mugello, dove ci sono tutte le premesse per una gara spettacolare.

Vuoi commentare l'articolo?

alessandro de luca

Curioso e assetato di notizie