Marquez, vittoria e primato

Sul circuito tutto saliscendi del Sachsenring a far notizia è stata l’assenza per infortunio dei due principali candidati al titolo, Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa. Il Campione del Mondo in carica probabilmente salterà anche l’appuntamento di domenica prossima a Laguna Seca, dove invece dovrebbe rientrare Pedrosa. Intanto ne approfitta Marquez, il bambino terribile, che all’esordio nella classe regina si issa al comando della classifica generale, con due punti di vantaggio su Pedrosa e undici su Lorenzo.

Alla partenza a scattare meglio sono Rossi e il padrone di casa Bradl, più sorniona la partenza di Marquez che era partito dalla pole position. Il pilota della Honda però si sveglia piano piano, andando a infilare Espargaro, Bradl, Crutchlow e Rossi per prendersi poi la vetta della corsa, che non mollerà più. Bradl cala presto di ritmo, mentre un Valentino in difficoltà cerca di difendere la seconda posizione. Crutchlow però è più veloce, e lo passa a quattordici giri dal termine, andando nel finale addirittura a mettere un po’ di pressione a Marquez, che riesce comunque a vincere, senza rischiare nulla, il suo secondo GP stagionale dopo quello in Texas. Rossi si accontenta di finire sul gradino più basso del podio.

Chiude settimo Andrea Dovizioso, autore di una gara anonima, con l’unica consolazione rappresentata dall’ aver chiuso davanti al compagno di squadra Hayden, nono.

In classifica generale dunque Marquez passa al comando con 138 punti, seguito da Pedrosa (136) e Lorenzo (127). Si fanno vedere nelle zone alte anche Crutchlow (107) e Rossi (101).

In Moto2 vittoria per lo spagnolo Jordi Torres, davanti a Corsi e Pol Espargaro, mentre in Moto3 podio tutto spagnolo con Rins che trionfa davanti a Salom e Vinales.

Vuoi commentare l'articolo?

Alessandro Paparella

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->