Lo slalom di Are va ad Hirscher

Ad Are nello slalom speciale le cose potremmo dire che tornano nella normalità: Marcel Hirscher vince lasciandosi alle spalle Felix Neureuther, ma sul gradino più basso del podio una gradita anche se relativa sorpresa costituita dal russo Alexander Khoroshilov. Era già da un paio di stagioni che Alexander si comportava bene in coppa e spesso lo abbiamo visto contrariato all’arrivo nonostante i discreti piazzamenti: evidentemente era cosciente del suo valore e delle sue possibilità e da ieri ne sono coscienti tutti. Alexander già con l’ottavo posto di Levi aveva ottenuto il miglior piazzamento in carriera, ieri si è ulteriormente migliorato: auguriamo al trentenne russo di regalarsi una bella stagione.

Neureuther si conferma come vero avversario di Hirscher in slalom, l’unico che sembra poterlo battere tra i pali stretti chissà se riuscirà a strappargli la coppa di specialità. L’austriaco dal canto suo se la ride: vince entrambe le prove del week end scandinavo raggranellando non solo 200 punti tondi tondi ma confermandosi il più forte nel complesso delle discipline tecniche. Ai piedi del podio troviamo gli svedesi, che giocando in casa la fanno da padroni, Hargin, Baeck e Lindh. Soprattutto quest’ultimo ha piazzato una manche da paura recuperando dalla 29/a posizione fino alla sesta, quasi un record. Gli azzurri vanno un po’ così. Con la crisi di Gross, Razzoli e Deville, l’infortunio di Moelgg ed i risultati ovviamente altalenanti dei giovani ci affidiamo al buon Thaler uno che alla fine della stagione in corso compierà 37 anni. Comunque nella gara di ieri Thaler è finito decimo, vicino a lui Stefano Gross dodicesimo e più indietro Giuliano Razzoli in ventitreesima posizione.
In classifica di slalom Hirscher conduce con 180 punti seguito da Neureuther con 140 e da Kristoffersen a 100. Il primo degli azzurri è Thaler 8/o a quota 71, poi troviamo Gross 13/o e Razzoli 16/o: a questi tre ovviamente basetrebbe una gara fatta come si deve per rientrare nelle prime posizioni dato che siamo alla seconda gara stagionale e la classifica presenta ancora scarti risicatissimi. Per quanto riguarda la classifica generale Hirscher riscavalca Jansrud grazie ai suddetti 200 punti totalizzati con le due vittorie di Are e sale a quota 440, il norvegese è rimasto a 412. Si fa dura per Jansrud anche se nei prossimi giorni potrebbe tornare a mettere pressione sull’austriaco. Il calendario, con l’avvicinarsi del Natale è fittissimo. Le donne avranno un week end in Val d’Isere con una discesa il sabato e un super G la domenica, gli uomini invece trotteranno forte: venerdì e sabato in Val Gardena per discesa e super G, domenica slalom gigante sulla Gran Risa in Alta Badia, il lunedì slalom speciale da Madonna di Campiglio.

areslaommaschile

Vuoi commentare l'articolo?

Francesco Corrado