L’Italrugby spera nell’impresa contro l’Irlanda!

Quando si parla di Italrugby, le parole “facilità” e “vittoria” non sono mai le prime che vengono in mente, bensì “sudore” e “battaglia” prendono il loro posto molto più facilmente. Questa è una regola, se così si vuol chiamare, che sta caratterizzando anche questa World Cup inglese, iniziata con una sconfitta contro la Francia ma una vittoria contro il Canada che ha fatto riprendere la nazionale. Certo è che la sfida di domani è quella più tosta del nostro girone. Infatti, i ragazzi azzurri scenderanno in campo a Londra, al Queen Elizabeth Olympic Park, contro i quasi padroni di questo sport, gli irlandesi. L’Irlanda è reduce da due vittorie consecutive e si trova in testa al girone insieme alla Francia. La loro ultima partita è stata contro la Romania, vincendo clamorosamente con un punteggio finale di 44 a 10, e colorando di verde tutto lo stadio. A detta di molti, e i molti hanno ragione, questa è, per la nostra squadra, la partita decisiva, l’ultima chiamata per continuare a sperare nella prima qualificazione ai quarti di finale poiché, stando al regolamento ufficiale della competizione, solo le prime due formazioni di ogni gruppo potranno accedere alla fase successiva.

La buona notizia è che il capitano tornerà. Sergio Parisse giocherà a numero 8 accanto ai flanker Minto e Simone Favaro. Non recupera dall’infortunio, invece, Leonardo Ghiraldini: al suo posto, come tallonatore, giocherà Andrea Manici. Cambio anche tra i piloni: Rizzo viene sostituito da Aguero. Come tutte le buone notizie, ecco che arriva quella negativa che ha lasciato tutti un po’ a bocca aperta. Se uno dei pilastri scende in campo, l’altro pilastro fondamentale guarderà la partita in tribuna. Stiamo parlando di Martin Castrogiovanni, che non figura fra i 23 a referto per l’Italia.

L’Italia e l’Irlanda, in questo momento, viaggiano su due mondi molto distanti gli uni dagli altri, ma si sa che la palla ovale regala sempre delle sorprese. L’impresa è quasi impossibile, ma sperare non costa nulla, se non un nodo allo stomaco che ci terrà con il fiato sospeso fino a fine gara. L’appuntamento è, quindi, a domani sera, alle ore 17.45. Di seguito le formazioni ufficiali.

IRLANDA: 15 Zebo, 14 Bowe, 13 Earls, 12 Henshaw, 11 Kearney, 10 Sexton, 9 Murray, 8 Heaslip, 7 O’Brien, 6 O’Mahony, 5 O’Connell (c), 4 Henderson, 3 Ross, 2 Best, 1 McGrath.
A disposizione: 16 Cronin, 17 Healy, 18 White, 19 Toner, 20 Henry, 21 Reddan, 22 Madigan, 23 Fitzgerald.

ITALIA: 15 McLean, 14 L. Sarto, 13 Campagnaro, 12 Garcia, 11 Venditti, 10 Allan, 9 Gori, 8 Parisse, 7 Favaro, 6 Minto, 5 Furno, 4 Geldenhuys, 3 Cittadini, 2 Manici, 1 Aguero.
A disposizione: 16 Giazzon, 17 Rizzo, 18 Chistolini, 19 Zanni, 20 Bergamasco, 21 Palazzani, 22 Canna, 23 Benvenuti.

Vuoi commentare l'articolo?

Flavia Capoano