Lindsey Vonn fa il bis a Lake Louise

La regina delle nevi è tornata e noi non abbiamo mai avuto dubbi al riguardo: Lindsey Vonn ha vinto entrambe le discese libere in programma in questo fine settimana a Lake Louise stracciando la concorrenza e mettendo in chiaro che la diva di questo sport è ancora lei. Nonostante i problemi fisici che si porta dietro e che l’hanno martoriata, anche di recente, quando il circo bianco si sposta a Lake Louise sembra che si corra solo per il secondo posto.

Nella località canadese solo Maria Riesch è riuscita a batterla in modo convincente, nella stagione in cui poi la tedesca vinse la sfera di cristallo. Ieri poi Lindsey Vonn ha stracciato la concorrenza dando un distacco di oltre un secondo all’immediata inseguitrice, mentre nella discesa di venerdì nemmeno le condizioni avverse di vento che si è ritrovata in pistasono state d’ostacolo: 58 centesimi di distacco e tanti saluti. Se le prestazioni della statunitense già di per dè impressionano e rendere ancora più chiara la situazione nelle discipline veloci è la mancanza di vere rivali. L’abbandono dell’attività agonistica di molte atlete e l’infortunio della Fenninger fanno sì che al di là del singolo exploit e dell’incertezza rappresentata dalle condizioni della singola gara, sarà molto difficile per le altre insidiare quanto meno la leadership di Lindsey Vonn in classifica di discesa. Per quanto riguarda il super G vediamo cosa accadrà stasera nella prima prova della disciplina in questione.

L’unica atleta a brillare davvero nelle due discese è stata Cornelia Huetter finita sul podio in entrambe le gare con un secondo ed un terzo posto. Tra le azzurre Nadia Fanchini è stata la migliore in entrambe le gare, mentre la sorella Elena che qui tradizionalmente si è sempre sentita a proprio agio rimedia due quindicesimi posti. Una volta nelle discipline veloci di fronte all’assenze di risultati di rilievo potevamo dire che le nostre giovani ci avrebbero dato soddisfazioni in fututo; ma il tempo passa e la meno anziana delle azzurre in gara è stata una classe ’91 e ora possiamo dire che difficilmente queste potranno conquistare coppe di disciplina insidiando le posizioni di vertice a coetanee o atlete ancora più giovani che già vanno decisamente meglio….sperando che questo lapidario ma ovvio giudizio venga smentito. Ma dubitiamo. Cumunque la buona notizia oltre allo stato di forma di Nadia Fanchini che è la più talentuosa delle nostre è il dodicesimo posto della Curtoni jr il migliore in carriera in discesa libera, da lei e dalla suddetta Fanchini possiamo attenderci qualcosa di buono per il super G di questa sera.
Per quanto riguarda la classifica di CDM la Shiffrin è in testa con 280 punti, seguita dalla Gut con 222, dalla Vonn con 200, poi Hansdotter che ne ha 195 e infine Federica Brignone con 160 punti. Su Federica Brignone si dovrebbe aprire una parentesi apposita e ci riserviamo di farlo in futuro.

Vuoi commentare l'articolo?

Francesco Corrado