Ligety vince la supercombinata di Wengen

sono un residuo di un passato ormai remoto in cui nello sci alpino c’erano solo due discipline: la discesa e lo slalom appunto, per cui la combinata era la prova somma in cui si misurava la completezza dell’atleta. Dagli anni cinquanta il panorama dello sci alpino si è allargato con l’introduzione dello slalom gigante e dagli anni ottanta è ulteriormente cresciuto con l’arrivo del superG, quindi le combi iniziano a perdere la propria ragion d’essere. Inoltre con la specializzazione degli atleti ed una maggiore competitività è sempre più difficile trovare sciatori in grado di fare bene su discipline così lontane tra di loro. Per cui lo spettacolo che offre una combinata valida per la Coppa del Mondo come quella cui abbiamo assistito ieri è tutto sommato abbastanza mediocre, soprattutto quando si deve assistere alle prove di slalom dei velocisti puri, davvero a disagio tra i rapid gates.{ads1} Bella se non altro la scelta, resa obbligatoria dai problemi meteo, di partire con lo slalom per terminare con la prova veloce. Come detto vince Ted Ligety al suo primo successo in supercombinata, proprio lui che nella disciplina ha vinto l’oro mondiale l’anno scorso Schladming. Pinturault, il favorito con Kostelic, si accomoda al secondo posto e sul gradino più basso del podio un altro croato: Natko Zrncic-Dim, bravo in slalom si è difeso alla grande anche in discesa. In prospettiva classifica generale ottimo il risultato di Svindal che col quinto tempo riprende Hirsche che oggi in discesa potrà sorpassare. Bene come sempre gli azzurri con Innerhofer settimo, Fill decimo e Paris quindicesimo. Sia Klotz che Casse escono nella manche di slalom.

 

Stamattina il programma dello sci alpino ha subito modifiche grazie allo scirocco che ha colpito Cortina ed ha portato all’annullamento della discesa femminile che si disputerà domani mentre il superG salta e forse verrà recuperato la prossima settimana proprio a Cortina dove le atlete rimarranno visto l’annullamento della tappa di Garmisch originariamente in calendario per il prossimo fine settimana. Alle 12:30 invece parte la classica discesa libera maschile di Wengen la più lunga del circuito. L’anno scorso vinse un certo Innerhofer.

 

Vuoi commentare l'articolo?

Francesco Corrado

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->