Le sentenze della Uefa Nations League

Uefa Nations League:

È stato creato per aumentare la competitività nei turni di calcio internazionale. La soluzione della Uefa sembra aver riscosso successo fino ad ora. Il torneo per nazioni detto “Nations League” ha iniziato col botto e dopo i primi tre turni disputati sono stati già emessi alcuni verdetti e non sono mancate le sorprese. In primo luogo c’è da ricordare che la competizione, nuova di zecca, prevede quattro serie, con la Serie A che assume il ruolo di categoria principale. Ogni serie è stata formata a seconda del coefficiente Uefa di ogni nazione, con la serie più importante che ospita nazionali come Francia, Spagna, Italia, Inghilterra, Germania e Olanda, delle classiche del calcio mondiale. In questo caso ci concentreremo proprio su quanto sta accadendo nella lega A, dove i gironi sono quattro e sono composti da tre squadre, con la prima di ogni girone che finirà alla Final Four dalla quale verrà fuori la vincitrice. La data della fine del torneo è quella del 9 giugno 2019, quando dall’altro lato dell’Oceano Atlantico tutto sarà già pronto in Brasile per la Coppa America.

Uefa Nations League

Il quadro che ci troviamo di fronte ora per questo torneo è piuttosto particolare, ed è differente ad esempio dalla Champions League, le cui quote sono disponibili su https://www.betfair.it/exchange/plus/football/competition/228. In primis, va ricordato che il premio per le quattro squadre che arrivano fino in fondo è di poter centrare la qualificazione diretta all’europeo del 2020, che per la prima volta sarà itinerante e sarà disputato in varie sedi in tutto il continente. Le vincitrici di ogni lega in gioco saranno quindi automaticamente partecipanti a questa competizione. Tuttavia, ciò che sta facendo notizia nell’edizione attuale è sicuramente la situazione della Germania. La squadra allenata da Joachim Low è in un momento buio, in una sorta di pozzo senza fondo nel quale sembra essere precipitata dopo l’eliminazione a sorpresa al mondiale nella fase ai gironi nel quale era finita addirittura ultima. La sconfitta contro la Francia a Saint Denis per 2 a 1 ha relegato i tedeschi all’ultimo posto del loro girone con un solo punto, due in meno dell’Olanda e sei dietro i francesi, che sembrano invece aver tratto molto beneficio dalla vittoria del mondiale in Russia. Lo scenario tragico per la nazionale teutonica è più che plausibile: una vittoria dell’Olanda nel prossimo incontro con la Francia provocherebbe automaticamente la retrocessione degli uomini di Low in lega B, qualcosa di durissimo da accettare da una squadra che ha vinto il mondiale nel 2014.

"Olympiastadion Berlin" by Paul VanDerWerf (CC BY 2.0)

“Olympiastadion Berlin” by Paul VanDerWerf (CC BY 2.0)

Una notizia confortante è arrivata invece in casa Italia dopo la vittoria con la Polonia. Il trionfo in trasferta arrivato all’ultimo minuto con goal di Biraghi ha scongiurato la retrocessione in lega B e una vittoria contro il Portogallo potrebbe dare agli azzurri il momentaneo primo posto nel girone, sebbene poi servirebbe un regalo da parte dei polacchi per arrivare alla Final Four, dove alla Spagna servirà invece soltanto un punto per accedere e giocarsi la gloria assoluta.

Vuoi commentare l'articolo?

Gianluca Gaeta

Il Direttore - Nasce come giornalista d'inchiesta, spaziando tra politica e cronaca. Dirige negli anni le testate giornalistiche ccsnews e parolibero infine approda a LineaDiretta24. Tra le sue attività, c'è quella di sindacalista. Viene eletto all'unanimità Segretario Nazionale dell' Associazione sindacale autonoma Giornalisti Italiani "Asagi". Esperto di sicurezza sul lavoro e di contrattazione sindacale. Si batte per la tutela dei lavoratori non solo in ambito giornalistico. L'inchiesta, il suo primo amore, non lo molla e non la molla mai.