Latina e Vibo conquistano i quarti di finale

continuare questa avventura. Ieri sera nel ricordo del campione Vigor Bovolenta sono scese in campo l’Andreoli Latina contro AltoTevere San Giustino e Castellana Grotte contro Tonno Callipo Vibo Valentia. Le contendenti hanno giocato gara 3, la “bella” secondo la formula di quest’anno. Il cosiddetto spareggio ha visto spuntarla Latina e Vibo Valentia in match distinti, coronati da qualche protesta di troppo che ha portato a diversi cartellini gialli.

Latina ha conquistato la vittoria soffrendo, giocando una partita tiratissima contro San Giustino, che non si è arresa fino al quinto set. I pontini sono partiti carichi andando a vincere il primo parziale 25-17, ma hanno perso efficacia nel secondo (23-25) e nel terzo (24-26). Durante il break tra questo set ed il quarto sono aumentati di livello i toni tra le due panchine, tanto da costringere l’arbitro a sventolare il cartellino giallo per San Giustino con annessa espulsione di due dirigenti dalla panchina. Forse anche a causa di questo stato di tensione San Giustino ha mollato un po’ la presa e Latina ne ha approfittato, andando alla fine a vincere il quarto e quinto set (25-16; 17-15). Quello che ha penalizzato la squadra di casa e ha reso più faticosa la vittoria è stato il servizio, meno efficace e determinante del solito, forse anche a causa dei numerosi infortunati, tra i quali il centrale Patriarca in grosse difficoltà per una lombalgia, che a fine partita ha ringraziato coloro che gli hanno permesso di essere in campo: “Non ce l’avrei mai fatta senza l’aiuto dello staff medico dell’Andreoli, questa mattina non riuscivo a stare in piedi e ora sono stata premiato come MVP della gara, forse la più importante della stagione. Siamo un gruppo fantastico che non ha mai mollato anche in questa settimana dove ci siamo allenati con grande difficoltà.” Ai quarti Latina dovrà affrontare un osso duro come Macerata.

Partita terminata 1 a 3 invece quella tra Castellana Grotte e Vibo Valentia, nella quale a differenza della precedente per i calabresi determinante è stato il servizio, decisivo per la vittoria fuori casa contro i pugliesi. Castellana ha cercato subito la concretezza e ha dimostrato tutta la sua voglia di passare il turno andando a mettere il sigillo sul primo set (25-21), che aveva tanto il sapore di una dichiarazione di guerra. Ma purtroppo questo non è bastato, Vibo si è presa il lascia passare per i quarti vincendo gli altri tre set (22-25; 23-25; 23-25). La svolta per la squadra ospite c’è stata col cartellino giallo per l’attaccante Alex Ferreira, colpevole di aver urlato la sua esultanza in faccia agli avversari, da quel momento in poi i pugliesi sono stati inghiottiti dal loro nervosismo e hanno abbandonato la partita nelle mani di Vibo. Per il prossimo turno Vibo dovrà vedersela con le bestie nere di Trento ed ancora una volta ci sarà da sudare.
I play off entrano nel vivo e se già questi ottavi di finale hanno fatto salire i toni, è lecito aspettarsi che il meglio debba ancora venire.

 

 

Vuoi commentare l'articolo?

Filomena Casciani

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->