Lara Gut vince l’opening di Coppa del Mondo

Ma le sorprese non finiscono qui, infatti se sul podio insieme alla ticinese troviamo atlete che si confermano come l’austriaca Zettel e la campionessa olimpica Viktoria Rebensburg, la gara di ieri è stata caratterizzata dall’affermazione dei talenti più giovani. Anna Fenninger, attesissima, si piazza quarta, Tina Weirather, velocista eccellente, è quinta ed ottiene così il suo miglior piazzamento in gigante, sesta si piazza la campionessa del mondo di slalom speciale l’appena diciottenne statunitense Mikaela Shiffrin’. Largo alle giovani allora…

La donna dei record, la slovena Tina Maze, delude.  Sesta dopo la prima manche, alla fine della gara si ritrova in venticinquesima posizione. Maluccio le italiane. Ma bisogna distinguere: Denise Karbon, unica italiana capace di vincere su questa pista, nonostante l’età e l’infortunio patito a marzo, c’è e si prende un diciannovesimo posto che per cominciare va bene. Fa una gara discreta anche il giovane talento del gigante, Fede Brignone che ha saltato la passata stagione quasi integralmente e quindi il suo venticinquesimo tempo non va accolto affatto male  considerando che si trattava ieri della prima gara da quasi 12 mesi. Davvero buona poi la prestazione di Nadia Fanchini che ha fatto registrare il miglior tempo nella seconda manche grazie al quale si è piazzata quattordicesima.

Per le atre azzurre niente da fare: Elena Curtoni, Lisa Agerer, Sofia Goggia, Sabrina Fanchini, Giulia Gianesini e Manuela Moelgg non si qualificano per la seconda manche. Anche se la prova di ieri non è stata esaltante ricordiamo che la Goggia è un’esordiente assoluta, la Fanchini torna da un infortunio che le fatto saltare gran parte della passata stagione, la Curtoni jr non ha mai avuto gran feeling con Soelden e la Agerer deve probabilmente solo risolvere problemi adolescenziali e dopo inizierà a spaccare il mondo. Cosa di cui è capacissima. Ma qui di problemi non ne vediamo queste atlete sono tutte giovani e brave. Discorso differente invece per la Moelgg e la Gianesini, la prima dolorante come sempre negli ultimi, qui l’età avanza ed i risultati sono sempre pessimi…da tempo ormai. Oggi slalom gigante maschile, con Ligety ed Hirscher che inizieranno da subito la loro lotta per la coppa di specialità!

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione Parolibero

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->