La Juventus sfida di nuovo la statistica

La Juventus sfida di nuovo la statistica

Vincere è l’unica cosa che conta. Questo è il motto della Juventus, la squadra più vincente per quanto riguarda il titolo di campione d’Italia, capace di vincere ben sette titoli nazionali consecutivi e di vestire sulla propria maglia ben tre stelle. La società torinese è ormai da anni tornata in auge dopo gli anni di Calciopoli e la sua corsa sembra non volersi arrestare. Dopo aver riportato tanti successi in Italia, all’Allianz Stadium sembrano non essere assolutamente sazi, anche perché devono soddisfare la voglia di vincere finalmente un titolo europeo, qualcosa che manca dal 1996. Il calciomercato di quest’estate ha confermato nuovamente la voglia della squadra allenata da Massimiliano Allegri di imporsi in Italia e di provare a conquistare finalmente quel titolo di Champions League tanto bramato.

La dirigenza bianconera, con Marotta e Paratici come principali emissari, ha effettuato una serie di colpi importanti, tra i quali spicca, ovviamente, l’acquisto di Cristiano Ronaldo dal Real Madrid. Il portoghese è arrivato a Torino grazie a un sacrificio economico di 105 milioni per il cartellino più 55 milioni lordi annuali. Una vera e propria manovra da squadra top del calcio europeo. Il tutto per garantirsi i servizi di uno dei calciatori più influenti degli ultimi vent’anni, capace di vincere ben 5 Champions League (3 in più della Juve) e altrettanti palloni d’oro. Con il capocannoniere delle ultime tre edizioni della Champions, la Juventus ha potuto persino fare a meno di un asso come Gonzalo Higuain, passato al Milan nell’ambito dell’operazione del ritorno di Leonardo Bonucci in bianconero, oltre ad essersi rinforzata con elementi come Perin, Cancelo ed Emre Can.

juventus-stadiumInsomma, tutto lascia presagire che i bianconeri torneranno ad imporsi prepotentemente nel campionato italiano. Come ben riportano le sempre più popolari quote di scommesse sul calcio la Juventus è la chiara favorita al titolo di campione di Serie A 2018-19, e con molto vantaggio rispetto alle avversarie. Questo perché in Italia solamente l’Inter si è davvero rinforzata in modo concreto, mentre invece il Napoli e la Roma potrebbero risentire di alcuni cambi rispetto alla stagione passata. Difatti, nonostante l’arrivo di Carlo Ancelotti, la società partenopea non ha praticamente effettuato colpi sul mercato, e ha inoltre perso Reina e Jorginho, due uomini importanti nel raggiungimento del record di punti (91) ottenuto l’anno scorso. Per quanto riguarda la Roma, invece, bisognerà vedere come Eusebio Di Francesco riuscirà a metabolizzare le partenze di Alisson Becker e Radja Nainggolan, anche loro due cardini della squadra della stagione passata. L’Inter, invece, è intervenuta con forza sul mercato, rinforzandosi in difesa con De Vrij, a centrocampo con lo stesso Nainggolan e in attacco con Lautaro Martinez e Keita Balde. Il progetto della presidenza Suning è ambizioso e Luciano Spalletti potrà disporre di una rosa molto superiore a quella dell’anno passato.

Tuttavia, l’avversaria da battere resterà sempre la Juventus, una corazzata che in Italia non perde dal 2011 e che, nonostante punti molto sulla Champions League, siamo sicuri non lascerà neanche le briciole in Serie A.

Vuoi commentare l'articolo?

Gianluca Gaeta

Il Direttore - Nasce come giornalista d'inchiesta, spaziando tra politica e cronaca. Dirige negli anni le testate giornalistiche ccsnews e parolibero infine approda a LineaDiretta24. Tra le sue attività, c'è quella di sindacalista. Viene eletto all'unanimità Segretario Nazionale dell' Associazione sindacale autonoma Giornalisti Italiani "Asagi". Esperto di sicurezza sul lavoro e di contrattazione sindacale. Si batte per la tutela dei lavoratori non solo in ambito giornalistico. L'inchiesta, il suo primo amore, non lo molla e non la molla mai.