Serie B: Avellino spicca il volo

In questo ottavo turno del campionato cadetto, le emozioni non finiscono mai, e nella zona alta della classifica cambia tutto. Il Perugia non solo ha perso quella qualità di gioco delle prime giornate, ma anche il primato nel torneo. Nella zona calda, il Pescara si allontana dalla “palude”, però la strada è ancora molto lunga.

Niente da fare. In questa prima parte di competizione, tutti, ma proprio tutti tifavano per il Perugia, che aveva mostrato una marcia in più rispetto alle altre squadre. Invece, anche il Grifone, si è perso per il suo percorso, conquistando solo tre punti, nelle ultime tre gare disputate. Anche nel posticipo, il club umbro è stato schiacciato dalla forza e vivacità del Frosinone. Se la promozione  vuole essere, ancora, un obiettivo realizzabile, il team di Andrea Camplone, deve trovare una svolta e proseguire questo torneo cercando di ritornare a guidare il campionato. Dopo i molteplici errori, i biancorossi si trovano in quarta posizione, a pari merito con il Bologna, che aveva iniziato la Serie B con moltissimi problemi.

Proprio i Ciociari, hanno dimostrato che in questa competizione nulla è impossibile. Nelle ultime tre giornate hanno ottenuto ben sette punti, rimontando gli altri team, che lottano per la massima serie. Vedere il club gialloblu in testa alla classifica, non solo fa molto piacere, ma consente di capire il grande salto di questa squadra: lo scorso anno militavano in Lega Pro, invece tutt’oggi rimane ancora aperto il sogno promozione.

Insieme ai Canarini, si trova in testa alla classifica con quindici punti, anche l’Avellino. I biancoverdi hanno dimostrato, che investendo sui giovani si può creare un buon team, in grado di fronteggiare colossi come il Catania, Bologna o Pescara. In questa giornata, il Lupo biancoverde ha chiuso la pratica Carpi con un secco 1-0. Nel prossimo turno, potremmo verificare quanto vale il club campano, poiché c’è il Bari di Paparesta alle porte.

Nella zona retrocessione è incomprensibile, almeno per moltissimi spettatori, il percorso disastroso del Catania. I siciliani, rispettati e non poco nella massima serie, sembrano non avere motivazione, anche se la classifica diventa sempre più negativa. Nelle ultime due gare i rossazzurri non hanno conquistato nemmeno un punto, e l’incubo della Lega Pro diventa sempre più concreto. Invece, il Pescara, dopo un periodo buio, ha rialzato la testa ed ora corre sempre più veloce per avvicinarsi ai Play Offs. Il Crotone non può far assolutamente niente, davanti allo strapotere del Delfino biancoceleste, che vince senza problemi con un secco 1-4.

Il campionato cadetto ci sorprende ancora una volta. Tutti pensavamo in un grandissimo Perugia, invece, il club umbro sembra aver tirato il freno a mano, ed ora la promozione si complica ulteriormente. La vera rivelazione del torneo è sicuramente l’Avellino. I campani non solo hanno mostrato un gioco da prima della classe, ormai da qualche anno, ma anche un grandissimo potenziale, costruito quasi interamente dai giovani del proprio vivaio. Questa è l’Italia calcistica che dovremmo esportare nel mondo, ma sopratutto in Serie A.

Risultati 8/a giornata:
Pro Vercelli – Spezia 1-0
Modena – Brescia 1-1
Catania – Bari 2-3
Avellino – Carpi 1-0
Crotone – Pescara 1-4
Lanciano – Vicenza 4-0
Latina – Bologna 1-2
Livorno – Trapani 6-0
Perugia – Frosinone 0-1
Varese – Cittadella (13/10/2014 alle ore 20.30)

serie-b-avellino-spicca-il-volo

Vuoi commentare l'articolo?

Daniele Giacinti

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->