Serie B: Frosinone cade, Carpi sogna

Big match, emozioni e colpi di scena fino all’ultimo, è tutto questo la decima giornata del campionato cadetto. L’incertezza e il dubbio regnano sovrani nella zona alta della classifica, dove nessun team riesce a trovare l’allungo. Forse in questa stagione manca un elemento fondamentale ai nostri amati club: la mentalità vincente.

In questo classico sabato di Serie B, tutti si aspettavano il grande slancio del Frosinone, invece, si cambia ancora rotta. I Ciociari mostrano le loro tantissime carenze, sia di mentalità che di qualità. Gli uomini di Roberto Stellone vengono sconfitti in trasferta dalla Virtus Entella con il risultato di 1-0. Nonostante il grande percorso, ampiamente positivo nelle ultime giornate, i gialloblu hanno sprecato un’occasione, molto più che ghiotta, per volare in alto e staccarsi dal gruppo.

Accade veramente l’incredibile. Il Carpi non si lascia scappare l’occasione, e sfreccia con i suoi diciotto punti in testa al torneo, a pari merito con Frosinone, Bologna e Trapani. Allo stadio Adriatico, i Falconi hanno dominato per tutti i novanta minuti, trovando uno 0-5 meritatissimo contro il Pescara. La squadra abruzzese deve capire cosa non sta andando in questa competizione. Nella scorsa stagione, i biancocelesti erano un club abbastanza forte, temuto anche dal Palermo dei record, invece ora non fa più paura a nessuno. In dieci sfide disputate, i Delfini hanno raccolto ben diciotto palloni in fondo alla rete, diventando così il terzo team con il maggior numero di goal subiti.

Nell’anticipo di venerdì sera, anche il Bologna si ferma. Dopo due successi consecutivi, i rossoblu trovano solo un pareggio nel derby emiliano, limitando i danni e bloccando tutte le ripartenze del Modena. Però i Felsinei possono essere ampiamente soddisfatti, poiché hanno ribaltato il loro campionato, passando dalle zone basse della classifica alla prima posizione. Ora i risultati si iniziano a vedere, manca solo un ultimo sforzo per inserire la marcia in più e allungare su tutte le altre squadre.

Nella zona calda la paura si inizia a sentire e non poco, per tutti quei club che hanno conquistato pochissimi punti in questo inizio di stagione. Nonostante le grandissime difficoltà, il Catania rialza la testa. Dopo aver subito tre sconfitte consecutive, i siciliani ritornano alla vittoria, battendo un Vicenza, privo di motivazioni e coraggio. Per il Latina la situazione diventa alquanto pericolosa. I Leoni pur trovando un risultato positivo, vengono intrappolarti nella penultima posizione. Incredibile la trasformazione in negativo dei nerazzurri, che nella scorsa stagione lottavano per un posto in Serie A, invece, ora sperano di allontanarsi dall’incubo della Lega Pro.

La Serie B è entrata nel vivo, ed ormai si possono tirare le prime somme. Innanzitutto possiamo dire che nella zona alta della classifica, nessuna delle squadre riesce a prevalere sui diretti avversari alla promozione. Per adesso la massima serie sembra solo un lontano miraggio, poiché la differenza delle due categorie è abissale. In questo turno, troviamo un ennesimo ospite in cima al torneoMa Alla fine la domanda è sempre la stessa: il Carpi riuscirà a tenere il ritmo degli avversari, oppure sarà il solito fuoco di paglia?

Risultati 10/a giornata:
Ternana – Trapani 1-2
Modena – Bologna 0-0
Avellino – Lanciano 1-1
Crotone – Cittadella 2-2
Latina – Brescia 1-1
Livorno – Spezia 0-1
Pescara – Carpi 0-5
Pro Vercelli – Perugia 0-0
Varese – Bari 2-1
Entella – Frosinone 1-0
Catania – Vicenza 3-1

daniel-ciofani-frosinone

Vuoi commentare l'articolo?

Daniele Giacinti