Juventus inarrestabile, questione di solidità

In attesa di sapere se il Napoli stasera contro la Fiorentina dimostrerà di poter tenere testa alla Juventus, i bianconeri stanno facendo della solidità la loro arma principale. Solidità tattica, fisica, ma anche societaria, cosa da non sottovalutare quando le squadre rivali ogni anno rivoluzionano la squadra nel tentativo di colmare il gap con la squadra di Allegri.
Ne è l’ emblema il big match di ieri sera tra Inter e Juventus, vinto dai bianconeri grazie ai gol di Bonucci e Morata. Da un lato, una squadra che non subisce gol in campionato da più di 700 minuti e che, dopo un periodo di rodaggio, è tornata più forte di prima. Dall’altro, l’ Inter di Mancini che in un anno ha cercato di fare il passo più lungo della gamba comprando giocatori a manciate. In realtà, fino a gennaio sembrava una scelta vincente: l’ Inter aveva occupato a lungo il primo posto in classifica ed era considerata una seria pretendente per il titolo. Poi qualcosa si è sgretolato, così come è successo per tutte le altre squade che non possono contare su una solidità societaria, ancor prima che tecnico-tattica.

Possiamo dire la stessa cosa della Roma e del Milan, squadre che ora si stanno riprendendo dal lungo periodo di buio. A Trigoria, i piani non sono mai chiari (stadio, curva, calciomercato, Garcia, Sabatini, ed ora anche il caso Totti); in casa Milan la panchina scotta da anni e i movimenti societari non lasciano intravedere una pianificazione in grado di poggiarsi su basi solide. Nonostante tutto, sia Milan che Roma stanno dimostrando una certa resilienza : sesta vittoria consecutiva per la Roma, 18 punti su 24 disponibili per il Milan.

Per gli amanti del bel calcio, l’ appuntamento è fissato per stasera con un Fiorentina-Napoli che si preannuncia una sfida da urlo. Nessuna delle due squadre vuole mollare la presa ed entrambe hanno molto da perdere. Sfida nella sfida: Kalinic si è sbloccato e tornerà a segnare, mentre Higuain ha dato un attimo di tregua agli avversari ed è stato subito punzecchiato da De Laurentiis riguardo il suo peso forma. L’ altro bomber partenopeo Insigne è stato rapinato sabato sera e Sarri spera che l’ accaduto non distragga il fantasista azzurro dalla partita di stasera.
In ogni caso, anche se la partita di stasera sarà estremamente importante resta il fatto che, sul lungo periodo, saranno le società più solide ad avere la meglio.

Vai alla home page di lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Alex Marino