Cosa sta succedendo alla Juventus?

Juventus, cosa sta succedendo?

Se ne sono andate sei giornate di questa Serie A 2021-2022 e la Juventus si ritrova a quota otto punti in classifica a 10 lunghezze di distanza dal Napoli capolista che sino a ora si è reso protagonista di un percorso immacolato. I bianconeri continuano a faticare ma le quattro vittorie consecutive tra campionato e Champions League lasciano intendere che qualcosa sta cambiando.

Max Allegri ancora non ha trovato la cura

Dopo le delusioni dell’anno passato, quando Andrea Pirlo riuscì a salvare la stagione solo all’ultima giornata grazie alla vittoria esterna sul campo del Bologna e al contestuale passo falso del Napoli in casa con il Verona, alla vigilia di questo campionato il presidente Agnelli ha deciso di voltare pagina. Come raccontato da https://www.sportmediaset.mediaset.it/, all’addio di Fabio Paratici, che da questa stagione sarà il nuovo direttore sportivo del Tottenham, ha fatto seguito dapprima quello di Andrea Pirlo e a pochi giorni dal termine del calciomercato, quello di Cristiano Ronaldo. Come riporta https://www.goal.com/it, il fenomeno portoghese lascia così Torino dopo tre anni e torna a Manchester, sponda United, squadra che l’ha fatto diventare grande e in cui ha dichiarato di voler chiudere la propria carriera da professionista. All’addio di Ronaldo, però, non ha fatto seguito l’arrivo di un bomber alla sua altezza ed è anche per questo motivo se la Juventus si trova ad affrontare tutte le difficoltà che sta mostrando in questo inizio di stagione. Nonostante la distanza dalle prime della classe inizi a essere significativa, la Juventus secondo le quote disponibili sul sito https://www.winbet.it/ resta tra le favorite indiscusse per la vittoria dello scudetto, ma il lavoro da fare per Allegri e il suo staff è ancora immenso.

I bianconeri risalgono lentamente la classifica

Con soli due punti conquistati in quattro gare, la Juventus si ritrovava pericolosamente vicina alla zona retrocessione che, tuttavia, quest’anno è frequentata da diverse squadre come Empoli, Spezia, Salernitana e Venezia, le principali indiziate per il ritorno immediato in cadetteria. Ovviamente i bianconeri hanno ben altre ambizioni di classifica e già nelle ultime settimane hanno iniziato a fare punti anche se il tempo inizia a stringere: la fuga di Milan, Napoli, Inter e Roma inizia ad assumere contorni preoccupanti. Come riporta anche https://www.gazzetta.it, ciò che, per l’appunto, preoccupa maggiormente in casa delle Vecchia Signora è che sino a oggi, eccezion fatta per la partita di Champions League contro gli svedesi del Malmö e contro gli inglesi del Chelsea, Dybala e compagni non sono mai riusciti a esprimersi con continuità ad alti livelli ma, anzi, hanno spesso dato l’impressione di essere in confusione. Come se non bastasse, nelle ultime settimane è scoppiato il caso legato a De Ligt, con il 22enne olandese che non viene più schierato da Massimiliano Allegri e che sembra sempre più vicino a una cessione già nella prossima sessione di mercato.

La stagione del calcio italiano è finalmente ripartita e la sensazione è che la Juventus dovrà inevitabilmente cambiare marcia se vorrà evitare di ripetere una stagione sotto tono sulla falsa riga di quella che si è appena conclusa. Allegri dovrà essere bravo a invertire la rotta e di certo c’è che è l’uomo giusto per farlo.

Vuoi commentare l'articolo?

Gianluca Gaeta

Il Direttore - Nasce come giornalista d'inchiesta, spaziando tra politica e cronaca. Dirige negli anni le testate giornalistiche ccsnews e parolibero infine approda a LineaDiretta24. Tra le sue attività, c'è quella di sindacalista. Viene eletto all'unanimità Segretario Nazionale dell' Associazione sindacale autonoma Giornalisti Italiani "Asagi". Esperto di sicurezza sul lavoro e di contrattazione sindacale. Si batte per la tutela dei lavoratori non solo in ambito giornalistico. L'inchiesta, il suo primo amore, non lo molla e non la molla mai.