Juve: primo match point scudetto

Quest’ultimo appare un obiettivo ormai sfumato per il Catania impegnato, domenica alle 15.00, al Massimino, contro la Roma. I siciliani sono obbligati a vincere se non vogliono salutare la massima serie con due gare d’anticipo. Impresa ardua sia per il valore della compagine di Rudi Garcia, reduce da ben nove vittorie consecutive, sia per l’emergenza infortuni dei rosso-azzurri: out Andujar, Almiron e Bellusci. Il Bentegodi di Verona è teatro di uno degli appuntamenti più importanti: Chievo-Torino. I clivensi per la salvezza, i granata per l’Europa, devono ottenere bottino pieno.{ads1} Dopo il pari esterno contro l’Atalanta, il Genoa vuole tornare a vincere davanti al proprio pubblico. Gilardino e compagni, tuttavia, devono superare le enormi motivazioni del Bologna pronto a salire sull’ultimo treno salvezza. Immediato riscatto, questo l’imperativo in casa Parma determinato a dimenticare il ko di Cagliari. Contro la Sampdoria di Mihajlovic, Donadoni si affida all’estro di Cassano per tornare a conquistare i tre punti. “Disperato” dopo la pesante sconfitta interna contro la Lazio, il Livorno è di scena al Friuli di Udine. Per gli amaranto, in caso di mancata vittoria, si spalancherebbero le porte della serie B. L’Udinese di Guidolin, non vuole fare sconti a nessuno e cerca un’affermazione per concludere positivamente un campionato anonimo.

Alle 20.45 riflettori puntati sulla scala del calcio dove va in scena il derby Milan-Inter. Se per l’undici di Mazzarri l’obiettivo è bissare il successo dell’andata e blindare il quinto posto, i rosso-neri vanno a caccia di una vittoria, sesta nelle ultime sette giornate, determinante per alimentare le flebili speranze europee.

Intensa la giornata di lunedì. Alle 19.00 scontro diretto per il sesto posto tra Lazio e Verona. I capitolini, in formazione tipo, puntano a conquistare il terzo successo nelle ultime quattro uscite interne. I ragazzi di Mandorlini, privi del velocista Iturbe, sognano colpaccio e conseguente sorpasso in classifica. Dopo la cocente eliminazione in semifinale di Europa League per merito del Benfica, la Juventus, fischio d’inizio ore 21.00, torna allo Stadium dove può festeggiare lo storico terzo scudetto consecutivo. Prima di dare inizio ai festeggiamenti, i bianconeri devono battere l‘Atalanta di Colantuono.

Fiorentina e Napoli scendono in campo martedì per recuperare dalle fatiche della Coppa Italia. Alle 19.00 i Viola ospitano un motivatissimo Sassuolo intenzionato a tornare in Emilia con punti preziosi per la salvezza. Alle 21.00 gli azzurri ricevono il Cagliari, matematicamente salvo. Quale delle due squadre riceverà il giusto tributo dai propri tifosi per la conquista della Coppa Nazionale? Al campo l’ardua sentenza.

Vuoi commentare l'articolo?

Federico Falsetto

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->