Italvolley: avanti le ragazze di Bonitta, stop per la nazionale maschile

Gioie e dolori nel mondo dell’ Italvolley, c’è chi va e chi si ferma, valigie pronte per i nostri azzurri, che con due punti tornano a casa e lasciano il posto ad una Serbia inaspettata; fortuna che a sollevare un po’ gli animi ci pensano le ladies di ferro, continua per loro il World Grand Prix.

Mr Berruto, reduce dall’amaro episodio dei suoi fedifraghi commilitoni, si è trovato ad affrontare la World League con una compagine rivisitata, che seppur egregiamente sostituita, non è riuscita a fare breccia nel cammino per le semifinali.

Dopo la gara con la Serbia, dove una bellissima Italia riesce a strappare la vittoria nel tie-brack, arriva la partita contro i campioni del mondo in carica, la Polonia ci blocca la strada.

Peccato, perchè il match tra alti e bassi, sembrava fattibile, gli azzurri dopo un inizio imbarazzante, hanno sprecato moltissimo nel secondo set che avrebbero potuto chiudere per primi, risollevati nel terzo, la disfatta arriva nel quarto.

Non tutto è perduto, la sorte gioca la sua partita sul campo di Serbia – Polonia, l’Italia è ha 2 punti, la Serbia a 0 e la Polonia conduce a 3, a passare saranno le prime due, basterebbe che i polacchi confermassero la fama del titolo mondiale e i nostri andrebbero avanti.

Ma quella di ieri sera è stata una grande Serbia che da principio all’ultimo punto non ha mai mollato fino a spuntarla sugli avversari; il rammarico potrebbe farci ipotizzare un bel biscotto ma una gara all’ultimo fiato non prolifera bugie agli occhi e gli slavi strameritano il passaggio di turno.

Storia inversa per le belle azzurrine, che nonostante il crollo con la Russia si qualificano comunque alla fase successiva.

Le sconfitte di Thailandia e Giappone rasserenano gli animi della nazionale tricolore, Bonitta affronta la partita con la pace matematica dei sensi e manda in campo un po’ tutte, buon rodaggio e discreto il risultato, finisce 3 a 1 per le avversarie ma non era da escludere l’approdo al quinto set.

Forti del successo contro il Belgio, dove il sestetto si è imposto nettamente con un bel 3 a 0 e parziali di grande soddisfazione (25-17, 26-24, 25-14), la gara sovietica sarebbe stata ininfluente ai fini del passaggio, l’Italia è quarta, le Final Six sono assicurate.

Davanti Brasile, Cina e Usa, il must del volley femminile, lo spettacolo è assicurato.

Questa sera, alle 20.10 il match contro la Seleção sigla la chiusura della fase eliminatoria, possibile il riscatto prima di volare a Omaha.

Forza ragazze!

Vuoi commentare l'articolo?

melania fusco

Classe 1982, romana e romanista doc, "fresco" avvocato con la grande passione per la scrittura e l'animo umano. "La penna è il mio pennello e realizzerò grandi opere di libertà".