Il nuoto italiano non è solo Federica Pellegrini

che ha deciso di seguire Lucas in Francia e di spesarsi, per ora da sola, in attesa della risposta della federazione. Quest’ultima, nonostante tutto, ha comunque detto che la sosterrà. La confusione non è poca, quello che è certo è che la Pellegrini da circa una settimana, ha lasciato l’Italia e si trova in terra straniera ad allenarsi.“Ho un progetto di quattro anni con Philippe Lucas, in questa stagione di transizione ci saranno collegiali a Narbonne e periodi a Verona dove staremo di più in futuro – spiega la campionessa in una chat web -. Quest’anno non farò i 400 stile libero, mi cimenterò nel dorso e nel delfino e farò la staffetta 4×200 ai mondiali di Barcellona. Nelle competizioni internazionali eviterò le gare individuali. Invece da settembre 2013 – conclude l’atleta – spero di tornare stabilmente a Verona con Philippe e riprenderò l’allenamento nella mia specialità”.

Mettendo da parte il caso senza fine, nelle tre tappe europee della Coppa del Mondo il nuoto italiano è ripartito alla grande. Ottima la prova per Ilaria Bianchi, vincitrice di tre ori e di un argento. Niente podio, purtroppo, nonostante gli ottimi tempi, per la 16enne Diletta Carli. La viareggina nella tappa tedesca ha raggiunto per due volte le finali di 200 e 400 stile libero chiudendo rispettivamente settima e quinta. Test positivo anche per Arianna Barbieri e Alice Mizzau. La vicecampionessa europea dei 50 e 100 dorso ha chiuso sempre in finale con un quinto e settimo posto più un ottavo nei 200, mente la 19enne di Beano, eliminata nelle prove individuali di stile libero, ha portato un contributo chiave alla staffetta 4×50 mista per raggiungere il quarto posto ad un passo dal bronzo.

Nonostante queste notizie positive, il tasto dolente non manca mai. Questa volta riguarda un addio arrivato Alessia Filippi che a soli 25 anni ha deciso di lasciare lo sport della sua vita, così lo chiama lei stessa. Decisione presa anche per la separazione dal gruppo sportivo le Fiamme Gialle. Alessia ha avuto il suo apice di carriera tra il 2006 e il 2009: argento a Pechino negli 800 metri stile mentre ai Mondiali nella sua Roma ha vinto l’oro nei 1500 e il bronzo negli 800. A questi titoli si sono aggiunti un argento mondiale in vasca corta, cinque medaglie agli Europei e altre 6 agli Europei in vasca corta. E ora, in attesa di notizie ufficiali da parte della Federazione per la vicenda della Pellegrini, il prossimo appuntamento con il nuoto è con Europei e Mondiali in vasca corta di fine novembre e metà dicembre.

25 Ottobre 2012

Vuoi commentare l'articolo?

Flavia Capoano

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->