Il medagliere azzurro di Baku si arricchisce ancora!

A Baku continuano le gare e, con queste, i nostri atleti azzurri continuano a vincere e mettersi al collo le medaglie, ogni giorno e ogni volta di una sfumatura diversa.

In questi giorni le vittorie sono state tante, a partire dalla giornata di ieri dove il fioretto femminile non ha smesso di sorprendere gli italiani. Infatti, è oro la fiorettista di Siena, Alice Volpi, che ha battuto per un punteggio di 15 a 11 la russa Yana Alborova, conducendo quasi per tutta la gara. Ottima prestazione, quindi, per lei e un risultato che arriva per la prima volta a livello internazionale, in una disciplina dove di campionesse azzurre ne abbiamo tante e, per una piccola e “nuova” atleta, infilarsi tra le storiche non è mai facile. Ma lei l’ha fatto, e non è da sola, perché a farle compagnia su quel podio c’era l’altra azzurra Valentina Cipriani, salita sul terzo gradino, portandosi a casa un bronzo, sconfitta dalla russa in semifinale. Una sconfitta che Alice ha saputo ribattere come si deve.
Sempre nella giornata di ieri, il pugile Valentino Manfredonia ha sconfitto, nella semifinale nella categoria 81 kg della boxe, l’ucraino Oleksandr Khyzhniak e oggi affronterà la finale con il bronzo di Londra 2012, Teymur Mammadov. La gara non è delle più facili ma, in ogni caso, una medaglia è di certo assicurata.

Le altre medaglie conquistate sono in diverse discipline. Elisa Scarpa Vidal a soli 15 anni ha conquistato la medaglia d’argento nei 200 metri farfalla donne con solo il secondo tempo dietro alla tedesca Julia Mrozinski (2’12″27 contro 2’11″19), riuscendo a battere di poco più di un secondo l’ungherese Boglarka Bonecz. Ricordiamo che l’azzurra è stata selezionata nella Nazionale giovanile per i suoi ottimi risultati ottenuti ai campionati italiani, giovanili e assoluti. Sempre nel nuoto, Ilaria Cusinato nei 400 misti ha conquistato la medaglia d’argento e la staffetta 4×100 stile libero formata da Giovanni Izzo, Alessandro Bori, Alessandro Miressi, Ivano Vendrame ha vinto la medaglia d’argento in 3’20″19. La medaglia d’oro è andata alla Gran Bretagna (3’19″38) e il bronzo alla Russia (3’20″22). Nella sciabola maschile Alberto Pellegrini in semifinale è stato sconfitto dall’ucraino Andriy Yagodka con un punteggio di 11-15, ma ha conquistato comunque la medaglia di bronzo. Ma non è da solo, perché la doppia medaglia arriva grazie a Luigi Miracco battuto dall’ucraino Andriy Yagodka 15-11, ma comunque bronzo.
Un’altra medaglia è arrivata anche dallo skeet a coppie con Diana Bacosi e Valerio Luchini che superano in finale Cipro portando a casa l‘oro, con il punteggio di 30-29 e da Niccolò Campriani e Petra Zublasing, coppia d’oro e nello shooting

Il medagliere azzurro continua a salire, e Baku ne deve vedere ancora delle belle!

Vuoi commentare l'articolo?

Flavia Capoano