Hirscher colpisce ancora

ADELBODEN- Marcel Hirscher vince la gara domenicale tra i rapid gates di Adelboden, tanto per cambiare si potrebbe dire, visto che l’austriaco negli ultimi tredici slalom di Coppa del Mondo è finito sul podio dodici volte con sei vittorie; un rendimento straordinario. Secondo finisce Andre Myhrer, che torna con questo risultato a livelli a lui più consoni dopo un inizio di stagione difficile. Non è certo una sorpresa ma una conferma il terzo tempo di Kristoffersen, diciannovenne norvegese che sale sul podio di uno slalom per la seconda volta nella sua giovane carriera e che macina buoni risultati anche tra le porte larghe del gigante. Bene ancora gli svedesi Hargin, quarto e Larsson settimo. Gli italiani Moelff e Thaler coprono la quinta e la sesta posizione. Bravo Manfred a confermarsi dopo la prima manche e bravissimo Patrick a far registrare il miglior tempo nella seconda parte di gara in cui ha recuperato undici posizioni. Prove un po’ più opache quelle di Gross che finisce nono e Razzoli quindicesimo. Così dopo la pausa “Neureuther” nell’ultima prova di Bormio, Marcel Hirscher torna a racimolare i 100 punti della vittoria ed a superare Svindal in classifica staccando peraltro un Ligety che fuori del gigante non riesce a fare punti “pesanti”. Nelle prossime due settimane tra Wengen e Kitz, con in calendario sia slalom che discese i due potranno continuare il loro testa a testa.{ads1} ALTENMARKT- Nella prima supercombinata della stagione vince la Gagnon che nella manche di slalom recupera lo svantaggio accumulato nel superG scavalcando tutte le più quotate della disciplina e cogliendo il primo successo in carriera in Coppa del Mondo. Lo slalom è stata ieri la chiave della gara visto che sul podio troviamo proprio delle specialiste della materia. E’ infatti Mikaela Kirchgasser a piazzarsi seconda e la Riesch terza, ma anche il quarto tempo della Hosp il sesto della Maze e soprattutto il quinto della Hector ne sono la dimostrazione più lampante. Le atlete forti e ben piazzate nella gara veloce si sono dovute difendere: Fenninger ottava, Gut quindicesima e Weirather diciassettesima. Tre le italiane a punti: Borsotti e Agerer terminano col diciottesimo e diciannovesimo tempo e la Marsaglia col venticinquesimo. Tutte le altre sono uscite nel superG. Maria Riesch con il podio di ieri scavalca di nuovo la Fenninger e passa a condurre la classifica ma sempre con una manciata di punti di vantaggio sull’austriaca e con una Weirather che non molla, anzi.

Il prossimo fine settimana le donne saranno a Cortina d’Ampezzo per le classiche prove veloci. Lì vedremo come si svilupperà questa corsa a cinque (con Gut e Maze) verso la sfera di cristallo.

 

Vuoi commentare l'articolo?

Francesco Corrado

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->