GP Malesia: un grande Dovizioso

GP Malesia: la Ducati festeggia per la seconda volta nel 2016 questa volta con Andrea Dovizioso. L’alfiere della Ducati torna alla vittoria dopo oltre un lustro e lo fa alla grande. Pole position, giro veloce e vittoria, meglio di così non si può. Dovizioso diventa quindi il nono pilota capace di vincere un GP nella stagione in corso. Nove vincitori diversi in diciassette gran premi. Le nuove regole sull’elettronica e i pneumatici Michelin hanno dato la possibilità a più piloti di essere protagonisti. Lo spettacolo ne ha risentito positivamente e abbiamo assistito a gare bellissime con risultati spesso impronosticabili.

Anche la gara di ieri era aperta a diversi risultati possibili. Innanzitutto si trattava di stabilire in quali condizioni climatiche si sarebbe corso, dato che la pioggia incombeva. A pochi minuti dalla partenza, infatti, un acquazzone ha bloccato le operazioni facendo rinviare tutto di qualche minuto. Poi iniziata la gara (20 giri totali) su pista bagnatissima è stato un susseguirsi di colpi di scena. Prima un doppio sorpasso di Dovizioso su Marquez e Lorenzo, poi è stato Rossi a firmare un triplo sorpasso a danno dei tre suddetti.

Dopo vari botta e risposta durante il quinto giro, la situazione si è delineata con maggior chiarezza. In testa un terzetto composto da Rossi, Iannone e Dovizioso, poi Marquez in lotta con Crutchlow e poi Lorenzo. Rossi e Iannone lottano col coltello tra i denti mentre Dovizioso rimane a guardare ma senza perdere terreno: scelta vincente. Per sette giri le cose continuano così con Rossi e Iannone che se le danno. Dovizioso rimane appostato alle loro spalle mentre Marquez e Crutchlow ricuciono lo strappo coi primi tre e si fanno sotto. Lorenzo è staccato ma rimane solitario in sesta posizione.

È solo la calma prima della tempesta. A otto giri dal termine, l’usura dei pneumatici e il fondo infido iniziano a mietere vittime eccellenti. In un paio di minuti Crutchlow cade e smette di molestare Marquez, il quale si concentra sull’aggancio ai tre italiani. Subito dopo Dovizioso lancia un perentorio attacco a Iannone e si avventa su Rossi, nella curva successiva cade Marquez. Tre italiani nelle prime posizioni senza veri inseguitori dato che Lorenzo è lontano. La gara sembra essersi messa sui binari giusti ma il giro successivo Iannone cade infrangendo il sogno della tripletta azzurra. L’unica cosa che accade fino al termine è la fuga di Dovizioso che, avendo risparmiato i pneumatici, prima sorpassa Rossi e poi lo stacca. Sul podio quindi salgono Dovizioso, Rossi e un Lorenzo che ha sofferto ma manco tanto.

La stagione volge al termine, l’ultimo gran premio in calendario sarà quello di Valencia tra due domeniche. Marquez e Rossi sono oramai certi delle loro posizioni mentre Lorenzo dovrà far bene a Valencia per mantenere il terzo posto in classifica dall’attacco di Vinales.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

@FRANCESCORRAD0

Vuoi commentare l'articolo?

Francesco Corrado