Saba e Camus e i goleador che non ti aspetti

I goleador che non ti aspetti, Barzagli e Lemina, 0-2 a Bergamo con Buffon ancora imbattuto, così la Gjuve risponde in primo luogo a se stessa, ci riferiamo alla pessima performance di S. Siro, Stadio Giuseppe Meazza, l’ex Scala del Calcio in Little Italy Cup, ma soprattutto, risponde a Napulè che ha strapazzato il Chievo con un deciso 3-1. Il “cicciottelloGonzalo Higuain, 26 gol su 28 partite, wow, fantastique, suona la carica della riscossa pareggiando subito i conti all’iniziale gol di Rigoni, frutto di un brutto pasticciaccio difensivo di Chiriches che poi si fa perdonare con il gol del vantaggio partenopeo. Chiude i conti Callejon. Il Napulè “Che” (Guevara), ci crede eccome, però il Pipita non va a festeggiare la vittoria sotto la curva, pirichè?

Un super Sassuolo stronca le velleità di champions dei rossoneri, 2-0 strameritato. Sinisa viene financo allontanato dal “banquillo” per proteste ma il suo Milan, a mio immodesto parere, è da 6° posticino y nada mas. L’ Internazionale di Thohir invece blinda la quinta posizione e vede la quarta a portata di zampa, Fiorentina La Viola permettendo, s’intende. I nerazzurri si sbarazzano della pratica Palermo, 3-1, a segno gli attaccanti, il gol di Peresic, spettacolare, di testa in tuffo, me ne ha ricordato uno del mitico “Giggirivva” alla DDR. Mancio è speranzoso di agguantare ancora la zona che conta, quella che porta dinero nelle casse ma ho come l’impressione che da questo punto di “svista” non c’è, non c’è proprio trippa per gatti, per dirla come l’indimenticabile bomber Roberto Pruzzo. Romalè va forte, raggiungerla sarà muy complicato.

jorge-valdanoPrima di scrivere questo pezzo, ho letto l’intervista a Jorge Valdano (goleador che ti aspetti) che gli ha fatto l’inviato a Madrid di Republik, il giornalista Angelo Carotenuto. Mi ha messo decisamente de buen humor. Vi è la quintessenza di quello che intendo io quando scrivo di calcio y letteratura, ci si sente meno soli in questo mondo pallonaro. Valdano is hombre vertical, nonchè optimum escritor.

In chiave salvezza, i palermitani iniziano a vedere i sorci verdi e il Genoa potrebbe aver compiuto un decisivo balzo in avanti per rimanere in A, daje Vecchio Grifo Balordo. Proximo turno: Carpi-Frosinone e considerando che i siciliani ospitano i napoletani, sarà una partita da “coltelli fra i denti”.

Albert Camus, forse esagerando, una volta disse: “Tutto quello che so sulla vita, l’ho imparato dal calcio”. E, visto che Romalè, con 59 goal ha il miglior attacco del campionato italikus, qui ci vuole poesia. “Goal” di Umberto Saba. Il Poeta si avvicinò al futbol casualmente, accompagnò, probabilmente neanche tanto volentieri allo stadio sua figlia che era mucho muchissimo desiderosa di vedere giocare la Triestina, e ne restò letteralmente folgorato. Da quel giorno per lui tutto cambiò, confessò però di non riuscire a capire del tutto il senso di quell’affascinante “giuoco”. Eccola.

Il portiere caduto alla difesa
ultima vana, contro terra cela
la faccia, a non veder l’amara luce.
Il compagno in ginocchio che l’induce
con parole e con mano, a rilevarsi,
scopre pieni di lacrime i suoi occhi.
La folla- unita ebrezza – per trabocchi
nel campo. Intorno al vincitore stanno,
al suo collo si gettano i fratelli.
Pochi momenti come questo belli,
a quanti l’odio consuma e l’amore,
è dato, sotto il cielo, di vedere.
Presso la rete inviolata il portiere
– l’altro – è rimasto. Ma non la sua anima,
con la persona vi è rimasta sola.
La sua gioia si fa una capriola,
si fa baci che manda di lontano.
Della festa – egli dice – anch’io son parte.

Classifica: Romalè 56, a – 8 dalla Gjiuve, a – 5 da Napulè, a + 3 dalla Fiorentina La Viola, a + 5 dall’In-ter.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Ruben Toms