F1, Gp Spagna: Rosberg vince, Vettel ancora a podio

Gp Spagna, quinto stagionale sul circuito del Montmelò: Nico Rosberg ottiene il suo primo successo stagionale, precedendo il compagno di squadra Lewis Hamilton e la Ferrari di Sebastian Vettel. Quarto Bottas, davanti a Raikkonen e Massa. Tra i piloti di casa, Sainz nono in zona punti mentre Alonso è costretto al ritiro (qui la classifica ufficiale).
Primo appuntamento nel vecchio continente ma nulla di nuovo nella dinamica di gara: le Mercedes hanno ancora una volta dimostrato la loro superiorità tecnica, mettendo a segno la terza doppietta stagionale su cinque gare. A dispetto delle previsioni, nel weekend iberico è stato Rosberg a fare la rockstar, mettendo in ombra un Hamilton ormai disabituato a non essere protagonista. Accanto a lui sulla griglia di partenza Hamilton, poi Vettel, Bottas, Sainz, Verstappen e Raikkonen. Al via Rosberg conserva il comando, mentre Vettel scatta ottimamente dal lato pulito della pista ed è secondo davanti a Hamilton, poi Bottas. Ottima anche la partenza di Raikkonen che nel giro di poche curve riesce a imporsi sulle due Toro Rosso con cui è in bagarre. Rosberg impone il suo ritmo nei primi giri staccando pian piano il gruppo, con Vettel capace di contenere Hamilton, seppur in zona DRS in diverse occasioni, grazie ad un’ottima velocità di punta in rettilineo. Di conseguenza, la Mercedes tenta di anticipare la prima sosta ai box rispetto al tedesco della Ferrari, ma la situazione non muta, al punto da costringere la scuderia tedesca a modificare la strategia del britannico, passando da due a tre soste. L’azzardo si rivela vincente solo al 40° giro, quando Hamilton rientra in pista dopo la sua terza sosta togliendo la seconda posizione a Vettel, per poi tentare, invano, di sfruttare la freschezza del suo ultimo treno di gomme medie alla caccia di Rosberg. Raikkonen, costretto a rimontare sin dal via, dimostra di non avere lo spunto vincente per sorpassare Bottas nel finale di gara, chiudendo quinto davanti a Massa, Ricciardo, Grosjean, Sainz e Kvyat. Frizzante sul podio Rosberg, con Hamilton in occhiali da sole a nascondere la sua parziale delusione.

Nel primo Gp in cui vengono presentate le prime modifiche ed evoluzioni tecniche sulle monoposto, la situazione non sembra essere incoraggiante per le inseguitrici della Mercedes: basti pensare che Vettel, seppur a podio e capace di tenere dietro Hamilton per due terzi di gara, ha accusato al traguardo il distacco più alto dall’inizio della stagione. Laconico il Team Principal della Ferrari Maurizio Arrivabene: “Non è stato un buon GP siamo onesti. Anche se abbiamo ottenuto un altro podio, il distacco è grande. Ci vuole ancora molta umiltà per andare avanti. Il pacchetto di aggiornamenti ha molte possibilità di sviluppo, c’è ancora molto da fare, oggi non sono contento”. Prossimo appuntamento sul circuito cittadino di Monaco tra due settimane.

Vuoi commentare l'articolo?

alessandro de luca

Curioso e assetato di notizie