Europei di nuoto 2013 a Herning

L’altra azzurra che gareggiava con lei in questa specialità, Alice Mizzau, è arrivata ottava. “Sono sorpresa, non pensavo di scendere sotto l’1’53” – ha commentato l’olimpionica ai microfoni di ‘Raisport’ -. Sono strafelice, era dal lontano 2009 che non vincevo nel libero in vasca corta. Sono contenta di essere tornata la numero uno in Europa, soprattutto in vista degli Europei in lunga di Berlino. Speriamo di far bene lì, ora cominceremo gli allenamenti e vittorie come queste sono sempre grandi iniezioni di fiducia”. Sarà davvero tornata in forma? Dalla gara di ieri non arrivano commenti negativi, quindi Berlino potrà essere solo la prova che tutto sta tornando come prima. Forse è finita l’era dei gossip, forse Federica ha trovato di nuovo il punto principale su cui concentrarsi. Quello di ieri è il quarto oro continentale in vasca corta nei 200 stile libero.
A fiancheggiare la Pellegrini ecco che arriva puntuale l’altro grande campione del nuoto maschile, Filippo Magnini, anche lui per troppo tempo sotto i riflettori di un mondo “cattivo” e invidioso, pieno di critiche. A tacere tutti quanti ci ha pensato con una medaglia di bronzo al collo nella finale dei 200 stile libero maschile. Terzo posto con un tempo totale di 1’43″34, davanti all’oro e all’argento dei russi Daniil Izotov (1’41″70) e Nikita Lobintsev (1’42″33). Per ricopiare la gara femminile, anche qui ottava posizione per l’altro azzurro, Andrea Mitchell D’Arrigo.
Il medagliere continua con un sogno realizzato, quello di Mauro Pizzamiglio che, nelle giornate di qualifica, sognava il podio, e podio è stato. Anche per lui medaglia di bronzo nella prova dei 100 misti. Il nuotatore milanese ha concluso la gara con un tempo di 52″81, preceduto dai russi Vladimir Morozov, oro in 51″20, e Sergey Fesikov, argento in 52″23. “Sono molto contento. Non ho fatto una gara fantastica dal punto di vista cronometrico perché pensavo di valere qualcosa meno, ma l’importante era mettere la mano davanti agli altri”, ha dichiarato l’azzurro a ‘Rai Sport’ a fine gara.  {ads1}
L’ultima medaglia della giornata delle finali arriva dalla staffetta maschile 4×50 stile libero dove per l’Italia sono scesi in vasca Luca Dotto, Federico PocchiaPocchia, Marco Orsi e Filippo Magnini e hanno conquistato la medaglia d’argento davanti il Belgio e dietro la Russia. Ottima gara per tutti e quattro gli azzurri. Le dichiarazioni dei campioni a fine gara, ai microfoni di ‘Rai Sport’ sono state queste.
Luca Dotto: “Bravissimi tutti i ragazzi. Siamo riusciti a rendere il meglio possibile nonostante avessimo davanti la Russia che è superiore, volevamo darle filo da torcere e lo abbiamo fatto”.
Federico Pocchia: “Sono contento di chiudere con una medaglia anche perché siamo sicuramente un bel gruppo”.
Filippo Magnini “La staffetta è qualcosa che, come sempre, gasa, dove non hai paura di fare fatica perché sono solo 50 m e, quindi, dai il massimo. Dalla nostra abbiamo che siamo un gruppo di amici, oltre che di compagni di squadra, ed è bello vincere l’argento così. Dal mio, come ultimo giorno ho vinto due medaglie, meglio di così non potevo chiedere”.
Marco Orsi: “5 medaglie in due giorni, un poker d’argenti ma sono molto contento, l’argento è sempre un bel risultato. Ho passato il mio momento no, la testa sono riuscito a metterla apposto e adesso sono stanco ma contento di me stesso. Noi, come gruppo, abbiamo passato le crisi di Londra e Barcellona, ora ci vediamo a Riccione”.
Il resoconto finale di questi Europei vede tante medaglie straniere ma anche tante medaglie italiane:1 oro, 5 argenti e 6 bronzi. Qui di seguito l’elenco degli altri vincitori italiani.

Andrea Mitchell D’Arrigo, 400 stile libero, argento.
Marco Orsi, 50 stile libero, argento.
Pizzamiglio, Di Lecce, Codia e Orsi, staffetta 4×50 mista maschile, argento.
Federica Pellegrini, 400 stile libero, bronzo.
Gabriele Detti, 1500 stile libero, bronzo.
Marco Orsi, 100 stile, bronzo.
Federico Turrini, 400 misti, bronzo.

 

Vuoi commentare l'articolo?

Flavia Capoano

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->