Europa league: Rotterdam espugnata, Roma agli ottavi

Grande giornata per il calcio italiano, dalla Mole Antonelliana al Vesuvio, tutti i tifosi esultano, dopo Inter, Fiorentina, Napoli, Torino, c’è la Roma, che batte il Feyenoord e chiude la manita vincente.
A Rotterdam la squadra di Garcia deve affrontare una grande sfida, una trasferta importante e ostica contro l’undici di Rutten, in uno stadio particolarmente fomentato dal tifo indisciplinato e violento dei padroni di casa.

L’ultima possibilità, o dentro o fuori e la Roma non sbaglia.

La squadra capitolina, tutta fraseggi corti e pressing alto, costruisce molto nel primo tempo: al 15°minuto subito una grande occasione per Francesco Totti con un pallonetto fuori di nulla; al 17° il capitano ci riprova con una cannonata di collo di piede esterno che trova il palo della porta olandese; arriva anche un buon tiro di De Rossi ma tutto resta fermo sullo 0 a 0.
Soltanto al minuto 45+1 con il piazzato mancino sul grande cross di Torosidis arriva il goal di Ljaljic e la Roma scende negli spogliatoi più serena e in vantaggio.

La ripresa offre maggiore dinamismo e una bella scarica di adrenalina, Te Vrede entrato al primo tempo al posto del “simpatico” Kazim infortunato, viene espulso per un fallo ai danni di Manolas, Rutten è costretto ad un altro cambio: Manu su Boulahrouz.
Il Feyenoord in dieci è il pretesto per l’accanimento degli hooligans, è continuo il lancio di oggetti in campo verso giocatori e arbitro, che si vede costretto a sospendere il gioco per dieci minuti.

Sedati gli animi , la partita riprende, grave errore per la difesa giallorossa che lascia spazio all’appena entrato Manu che segna il goal del pareggio.
L’esultanza dei tifosi di casa dura appena qualche minuto e al 60°, arriva il super piatto di Gervinho e la Roma è di nuovo in vantaggio. Garcia allora opta per un doppio cambio: fuori Pjanic e Ljaljic per Iturbe e Nainggolan; poco dopo anche Totti lascia spazio al giovane Paredes per gli ultimi minuti di gioco.

I tre fischi finali segnano una sconfitta pesante per il club di Rotterdam e il meritato passaggio di una grande Roma che vola agli ottavi.
Ovazione per il tecnico giallorosso che dichiara: “Abbiamo giocato bene contro una buona squadra, questa sera non abbiamo fatto costruire niente”.

Oggi, ore 13 a Nyon, il sorteggio per gli ottavi di Europa League in programma per il 12 e 19 marzo.

Europa Legue Feyenoord espugnato Roma agli ottavi

Vuoi commentare l'articolo?

melania fusco

Classe 1982, romana e romanista doc, "fresco" avvocato con la grande passione per la scrittura e l'animo umano. "La penna è il mio pennello e realizzerò grandi opere di libertà".