Euro 2016: Hamsik rinasce in patria, Capello fallisce ancora

I tifosi del Napoli si staranno ancora stropicciando gli occhi. Dopo aver visto la doppietta di Mertens nel 6 a 0 del Belgio ai danni dell’ Andorra, è arrivata anche la doppietta di Marek Hamsik, che ha regalato alla Slovacchia tre punti d’ oro e ai napoletani la speranza di rivedere il loro beniamino al top della condizione. La Slovacchia attualmente si trova al comando nel girone C e grazie ai gol di Hamsik è riuscita a mantenere la distanza di sicurezza dalla Spagna, seconda in classifica. Le furie rosse hanno ritrovato il piglio giusto individuando nel Lussemburgo una facile preda. Ha aperto le danze l’ indemoniato David Silva al 27′, poi Paco Alcacer, Diego Costa e Juan Bernat.{ads1} Zitta zitta, anche l’ Inghilterra di Hogdson si sta godendo il primato. Dopo un Mondiale disastroso, l’ Inghilterra deve necessariamente riscattarsi con un ottimo Europeo. Nonostante il primo posto però, la partita degli inglesi contro l’ Estonia non è stata delle più brillanti ed anzi, se non fosse stato per l’ espulsione del capitano estone Klavan ad inizio ripresa, Hodgson avrebbe addirittura rischiato di portare a casa un deludente pareggio. Per fortuna il CT inglese ha tentato il forcing inserendo Chamberlain e Sterling, mossa che non ha lasciato spazio alle speranze estoni di agguantare un disperato pareggio. Alla fine a risolvere il rebus è stato il solito Rooney, che con un grande calcio di punizione ha tolto l’ Inghilterra dai guai. Chi invece non è ancora uscito dalla crisi è il povero Fabio Capello. Dopo aver disputato un Mondiale al di sotto delle aspettative, la Russia infatti ancora non ha trovato continuità nei risultati. La sfida con la Moldavia poteva essere un’ ottima occasione per ottenere tre punti importantissimi ed effettivamente la squadra era entrata in campo con la giusta mentalità. Anche stavolta però l’ armata russa di Fabio Capello ha sprecato molte occasioni, ma quando Dzyuba ha trasformato dal dischetto il rigore dell’ 1 a 0, il peggio sembrava essere passato. Invece l’ incubo era appena iniziato, perchè un calo di concentrazione ha permesso alla Moldavia di trovare il pareggio dopo soli due minuti con Epureanu. Ancora un risultato deludente per Fabio Capello, che intanto ha visto sfrecciare al primo posto una sorprendente Austria, che ha battuto il Montenegro per 1 a 0.

La terza giornata di qualificazione ad Euro 2016 si concluderà oggi. Sarà il turno degli azzurri di Antonio Conte, impegnato a programmare nel migliore dei modi l’ impiego di Pirlo, appena rientrato dall’ infortunio e già impiegato nella precedente vittoria contro l’ Arzebaijan. Si diffondono già le prime critiche ad Immobile e Zaza, ispirate forse più dalla curiosità di vedere in azione il “nuovo” Graziano Pellè, che da ragionevoli osservazioni tecnico-tattiche. La squadra di Conte sembra aver preso collettivamente la giusta direzione e la mano dell’ allenatore si è vista fin dalle prime partite. In attesa della sfida contro il Malta, scalpitano per un posto da titolare soprattutto Marco Verratti, che potrebbe fare la staffetta con Pirlo, ma anche Mattia Destro e Sebastian Giovinco, che si uniscono al già citato Pellè per far respirare in attacco Zaza e Immobile. Sarà un turno in cui tutti si aspettano la vittoria, che sarebbe fondamentale anche nell’ ottica del ranking Fifa. Per quanto riguarda il girone invece, sarà la sfida con la Croazia a dirci la verità sulla nuova Italia di Antonio Conte

 

Vuoi commentare l'articolo?

Alex Marino

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->