Di Canio: urlo di liberazione dopo la vittoria col Newcastle

Qualcosa è cambiato e dopo il pesantissimo esordio che aveva reso ancor più complicata l’impresa di Di Canio al Sunderland arriva una giornata di gioia. Il ko tecnico col Chelsea è alle spalle e sembrano provvisoriamente deposte le armi sul versante della vita privata del tecnico. Ora la cosa che sta più a cuore a tutti è la salvezza. “Sono contento per i miei, oggi sono stati dei guerrieri” sono le parole con cui l’allenatore premia i suoi a fine dell’atteso derby di Premier.

La squadra dell’ allenatore romano ha espugnato con una convincente prestazione il St James’ Park dove hanno battuto il Newcastle, la squadra rivale per eccellenza, con un netto 3-0. Come dicevamo qualcosa è cambiato, a volte basta una vittoria per convertire tutti gli schemi in questo sport. I tifosi dei Black Cats sono stati conquistati così e per Paolo Di Canio arriva il bramato supporto della curva. E’ la prima vittoria al St James ‘Park dopo 13 anni ed è la partita che riaccende qualche speranza per il Sunderland mentre proprio il Newcastle si avvicina pericolosamente alla zona calda. Di Canio ha invertito la loro crisi di nove partite senza una vittoria. Il carismatico e contestato coach ha divertito il suo pubblico.

I cori dei tifosi di casa, fortissimi in apertura, sono stati azzittiti quando Sessegnon ha concretizzato il furbo recupero di Gutierrez che si era conquistato una palla vagante e aveva avviato l’azione che ha poi sbloccato il match al 27′ minuto. Di Canio è esploso in urlo di liberazione, un festeggiamento nel suo stile che rivela lo stress che sta accumulando l’italiano nel rivestire questo ruolo. Il Newcastle troppo lento ha provato a rispondere quasi subito con Papis Cisse ben due volte, ma a negare la soddisfazione del gol c’è stato un ottimo Mignolet, protagonista della gara. I Magpies non sono pronti a mollare. Al senegalese Cisse è stato ingiustamente annullato un gol per fuorigioco, si può dire che il Newcaste non abbia avuto la fortuna dalla sua, costretto a  sostituire inoltre l’infortunato portiere Krul con Rob Elliot. Il calcio è impetoso. Adam Johnson al 74′ mette in banca il risultato e la partita si chiude con un ulteriore soddisfazione per il Suderand quando diventa tripletta grazie alla rete di David Vaughan nel finale.

Al Sunderland restano 5 gare nel tabellino di marcia: prima l’ Everton, poi l’ Aston Villa, lo Stoke, il Southampton e infine il Tottenham. In pochi avrebbero previsto a inizio gara sia che la squadra di Paolo di Di Canio vincesse con merito e largo vantaggio sia che il  nome del tecnico risuonasse fra i cori del St James ‘Park.

Vuoi commentare l'articolo?

Daniela Lazzari

Giornalista per sport’ nel senso letterale, ma anche metaforico del termine… Da diversi anni si aggira nei meandri della redazione per infastidire colleghi e mettere a disagio i lettori. Ci sta riuscendo alla grande. Questo la spinge a proseguire e a perseverare con devozione nel suo lavoro. Interessi? Tanti. Se fai molte cose, si sa, finisci per farne bene poche. Forse blaterare on line di sport e tutto il resto è una di quelle poche. Difetti? Troppi. Pregi? Non troppi. Diceva il buon vecchio Einstein : “Ci sono due modi di vivere la vita. Uno è pensare che niente è un miracolo. L'altro è pensare che ogni cosa è un miracolo”. Il fatto che stiate ancora leggendo queste righe ha un ‘non so che’ di miracoloso…

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->