Mondiale di ginnastica artistica: americane TOP!

A volte le cose cambiano, altre volte rimangono uguali. Altre volte ancora i cambiamenti sono così pochi che neanche ci facciamo caso. Però, nel mondo della ginnastica artistica, si sa, ogni minimo decimo fa differenza. Sono appena terminate le gare di finalità all around della femminile, in Cina, che hanno visto un podio simile a quello di Anversa, con un piccolo cambiamento. Al primo posto c’è l’ormai quasi invincibile americana Simone Biles che, con un totale di 60.231, porta, per il secondo anno di seguito, la medaglia d’oro al collo. Niente da dire, solo un grande applauso per una ginnasta come lei che, giorno dopo giorno, migliora e sembra non fermarsi mai. I suoi slanci, i suoi salti perfetti, la sua precisione, il suo volare così in alto sono le caratteristiche che la rendono unica nel suo genere. Oltre alla tecnica, la Biles ha personalità da vendere. Ha sempre un sorriso per ogni cosa, anche quando, sul quel gradino più alto del mondo, dopo l’inno americano, spunta un insetto, forse un’ape, dal bouquet di fiori. Al secondo posto, quest’anno, troviamo la romena Larisa Iordache, che ha preso il posto della russa Mustafina, finita in quarta posizione a causa di una caduta nell’ultima rotazione che vedeva le ragazze impegnate nel corpo libero. La Iordache si è meritata l’argento, nonostante il punteggio al corpo libero sia molto discutibile. Con una partenza di soli 10 decimi inferiore a Vanessa Ferrari e un’uscita di pedana che sappiamo quanto conta in quest’attrezzo, la Iordache ha ottenuto il punteggio di 14.733 contro un 14.700 di Vanessa. La polemica è tutta nel fatto che ci si aspettava un punteggio più alto per la nostra azzurra, e lei è in grado di ottenerlo. Di conseguenza, quello della ginnasta romena, così, sembra proprio fuori luogo. Nonostante tutto, però, ha terminato la gara con 59.765 lasciandosi alle spalle l’altra americana in gara, Kyla Ross, con 58.232. Stesso podio anche per Cina e Italia, quindi, con Yao che ottiene 57.465 e va in quinta posizione e Vanessa in sesta con 57.166.

Un podio che rimane quasi invariato, cosa vuol dire? La certezza è che queste sei ginnaste sono la conferma della ginnastica artistica femminile mondiale. Si ritrovano sempre loro a lottare fino alla fine, e vedere ogni volta in pedana anche Vanessa fa sempre bene al cuore e alla mente. È stata brava e determinata. Ha iniziato con un salto al volteggio preciso e pulito per passare poi alle parallele, attrezzo sul quale ha lavorato tanto e deve ancora lavorare per insidiare quei gradini a Rio 2016. La trave è stata precisa e pulita, come sempre. Pochi sbilanciamenti e niente di grave, con un’uscita stoppata e un sorriso finale che ha fatto esultare anche il D.T. Enrico Casella. La prova migliore, ormai si sa, è quella al corpo libero dove, con il suo Tangled Up, incanta ogni volta il palazzetto. Ha fatto i collegamenti che doveva fare e è pronta per la finale di specialità, dove gareggerà anche la sua compagna Erika Fasana.

Altra ginnasta azzurra che non dobbiamo dimenticare e che, al suo primo mondiale, ha partecipato alla finale AA, chiudendo oggi in 17° posizione con 53.999, scendendo di due posizioni dalla qualifica a causa di un punteggio basso nella seconda rotazione dove Erika ha gareggiato al corpo libero. Peccato perché, proprio questa, sarà la sua seconda finale e lì non dovrà sbagliare.
L’appuntamento allora è per domenica 12, h.7.00 (ora italiana), in diretta su Rai Sport 2.

Qui di seguito la lista completa della finale AA femminile:

1. BILES (USA) 60.231
2. IORDACHE (ROU) 59.765
3. ROSS (USA) 58.232
4.MUSTAFINA (RUS) 57.915
5.YAO (CHN) 57.465
6. FERRARI (ITA) 57.166
7. SOSNITSKAYA (RUS) 56.166
8. LOPEZ AROCHA (VEN) 56.133
9. BLACK (CAN) 56.132
10. FRAGAPANE (GBR) 56098
11. HARROLD (GBR) 55.615
12. SHANG (CHN) 55.499
13. POPA NEDELCU (ESP) 55.299
14. PIHAN-KULESZA (POL) 55.156
15. STEINGRUBER (SUI) 55.132
16. MARTINS (POR) 54.732
17. FASANA (ITA) 53.999
18. TERAMOTO (JPN) 53.864
19. STANILA (ROU) 53.533
20 SASADA (JPN) 53.166
21. BROWN (AUS) 52.832
22. HILL (GER) 52.198
23. GARCIA RODRIGUEZ (MEX) 52.031
24. WAEM (BEL) 51.966

ginnastica finale femminile 2014 2

In foto, a cura di Ginnasticando.it, un abbraccio di Vanessa Ferrari ed Erika Fasana.

Twitter: @FlaviaCapo

Vuoi commentare l'articolo?

Flavia Capoano

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->