Champions League: tutto pronto per Roma-Barcellona

Stadio Olimpico, poche ore ci separano dal big match di Champions League tra Roma e Barcellona.

Al calcio di inizio anche il giorene E di Champions, i giallorossi sono pronti a rincontrare i granata dopo la disfatta estiva, ma con una rosa rinforzata e piena di spine: Szczęsny tra i pali, Ruediger e Digne a serrare la porta, Salah a centro campo, in attacco la punta di diamante Edin Dzeko.

Il tecnico francese sembra deciso a rivoluzionare lo schema di gioco, proponendo un 4-1-4-1 con De Rossi libero regista tra difesa e mediana, il bosniaco in assolo all’attacco e Capitan Totti che parte dalla panchina.

L’altro Garcia, Luis Enrique Martínez García, si affida al consueto e risolutivo 4-3-3, sfoggiando avanti il trio meravigliao con Don Ciak Suarez, o cai cai Neymar, e super Messi, lasciando la difesa ai soliti quattro, l’ormai terzino Sergi, Mascherano, Piquet e Jordi Alba e il teutonico Ter Stegen in porta, il centrocampo tutto per Rakitic, Busquets e Iniesta.

Nonostante, la brutta esperienza nella capitale, Luis Enrique conserva solo bei ricordi e spende parole positive per il cub giallorosso : “«Sicuramente vedremo una Roma molto simile a quella vista contro la Juventus, in cui hanno vinto meritatamente giocando con molta intensità.” Certo è, che lo spagnolo ritorna all’Olimpico da vero vincente con un bottino da mille e una notte, in fondo De rossi continua a ripetere che “Non è certamente uno scemo”, peccato i brutti risultati sulla panchina romanista, ma dopo tutto il collettivo capitolino non è certo quello spagnolo, “campione d’Europa e con il giocatore più forte del mondo”.

Nelle ultime dieci Champions, il Barcellona ha portato la coppa a casa ben quattro volte, tra le quali rientra l’ultima edizione, battendo la Juventus 3 a 1, i granata rincorrono la conferma per il 2016 eguagliando il primato unico del Milan di Sacchi, campione nell’ 89 e nel 90;invece i vecchi tifosi romanisti sperano in un nuovo brivido nel lontano ricordo di quella “disgraziata” finale contro il Liverpool, persa ai rigori per il fallimento di Conti e Graziani.

Dirige la gara Björn Kuipers, il match sarà trasmesso dai canali premium sport Mediaset e sarà visibile anche su RSI LA2, la seconda televisione svizzera italiana, appuntamento alle ore 20,45.

Vuoi commentare l'articolo?

melania fusco

Classe 1982, romana e romanista doc, "fresco" avvocato con la grande passione per la scrittura e l'animo umano. "La penna è il mio pennello e realizzerò grandi opere di libertà".