Champions League: il ritorno dei giallorossi

Dopo una gara di andata da girone dantesco, e la febbre del sabato sera che ha tolto la vetta alla squadra capitolina, l’Olimpico è pronto ad accogliere la sfida del ritorno, i giallorossi devono vincere per non dire addio agli ancora possibili ottavi.

Entrambe le compagini provengono da sconfitte nel campionato di casa, la Roma a San Siro e il Leverkusen che perde contro il Wolfsburg e scende in settima posizione nella classifica della bundesliga, la voglia di riscatto non dovrebbe certo mancare.

Sperando di lasciare il risultato amaro di 4-4 della BayArena nella memoria a breve termine, il francese deve invertire la marcia degli insuccessi e dei contentini, obbligati e doverosi i 3 punti, la strada sarà ancora in salita per tutte le gare restanti ma uscire nella fase a gruppi con questa Roma dal forte potenziale, sarebbe davvero mortificante.

L’ipotetica vittoria dei giallorossi, da sola non sarebbe sufficiente ad assicurare il passaggio, imprescindibile il risultato delle altre gare, i conti questa volta si fanno a 3 ma la Roma ha dalla sua due sfide in casa, quella di mercoledì e quella con il Bate Borisov il 9 dicembre.

La formazione di Garcia dovrebbe essere la medesima scesa in campo sabato sera contro l’Inter, con qualche piccola variazione: il bello de nonna potrebbe essere reimpiegato sulla fascia destra per dare fiato al vecchio Maicon; quasi sicura la conferma per Digne, Manolas e Rudiger, fattore sorpresa per Castan; non può mancare Giotto nel disegno del centrocampo affiancato dal buon Ninja Nainggolan, dubbi per De Rossi forse ancora in fase di recupero; l’offensiva è affidata al tridente Dzeko, Salah e Gervinho, ma l’opzione Iago Falque titolare al posto dell’egiziano non è del tutto da scartare, tra i pali il polacco dovrebbe avere la meglio su Morgan.

Mr  Schmidt, invece, orienta la sua strategia nel ritorno al 4-2-3-1: difesa affidata ai soliti Donati, Tah, Papadopoulos, Wendell, con un possibile spazio per Toprak sul fanciullino TahKramer e Kampl a centrocampo con Çalhanoğlu, Bellarabi e lo svizzero Mehmedi per l’attacco a dare manforte al solitario carato Chicharito.

Direttore di gara, il “fratello” nascosto di Collina, il fischietto russo  Sergei Kasarev.

L’appuntamento è per mercoledì 4 novembre ore 20.45, la gara sarà trasmessa in diretta tv su canale 5 oltre sui canali  Mediaset premium.

 

Vuoi commentare l'articolo?

melania fusco

Classe 1982, romana e romanista doc, "fresco" avvocato con la grande passione per la scrittura e l'animo umano. "La penna è il mio pennello e realizzerò grandi opere di libertà".