Champions: colpo PSG, bene il Real

L’unico incontro pesantemente indirizzato è quello tra Real Madrid e Borussia Dortmund. Troppo forti gli uomini di Ancelotti per i tedeschi, martoriati da infortuni e squalifiche. I gol di Bale, Isco e Cristiano Ronaldo sono qualcosa in più di un’ipoteca sulla qualificazione. Nella partita di ritorno, in programma in Germania martedì prossimo, ai vicecampioni d’Europa servirà un miracolo.{ads1} Un risultato importante l’ha messo a segno il Paris Saint Germain, battendo 3.-1 al Parco dei Principi il Chelsea di Josè Mourinho. Parigini in vantaggio con Lavezzi, ma il Chelsea pareggia i conti grazie a un rigore trasformato da Hazard. Nella ripresa l’autogol di David Luiz riporta il PSG avanti, ma allo scadere una magia dell’ex Palermo Javier Pastore regala ai francesi un doppio vantaggio che fa ben sperare in vista del ritorno. In Inghilterra ci sarà comunque da lottare. Probabilmente mancherà Ibrahimovic, infortunatosi nella ripresa, e il Chelsea a differenza del Dortmund è squadra viva. Certo è che l’ago della qualificazione è più pendente verso Parigi che non su Londra.

La partita più equilibrata la si è vista martedì al Camp Nou di Barcellona tra Barca e Atletico Madrid. E’ finita 1-1 con i gol nella ripresa di Diego e Neymar, imbeccato da un assist incredibile di Iniesta. Probabilmente è la sfida che anche in vista del ritorno risulta meno pronosticabile. Il Barca è superiore, ma continua a perdere pezzi, dopo Valdes ecco infortunarsi Piquè. Anche l’Atletico comunque rischia di dover rinunciare a Diego Costa, ma Simeone sembra aver costruito una macchina semi-perfetta, dove risultano decisivi anche due giocatori come Diego (autore del gol più bello della due giorni) e Tiago, piuttosto in difficoltà negli ultimi anni. Il Barca dovrà lottare e segnare per passare il turno. L’Atletico, dal canto suo, non potrà solo difendersi. Si preannuncia un grande incontro.

Il Manchester United si ricorda finalmente del nome che porta e sfodera una prestazione positiva al cospetto del Bayern Monaco campione d’Europa. A Old Trafford finisce 1-1 e i rimpianti maggiori sono proprio per i Red Devils, che si sono visti annullare in maniera discutibile un gol di Welbeck, ne hanno sbagliato un altro clamoroso (sempre con Welbeck) e si sono visti pareggiare il gol di Vidic dalla stoccata mancina di Schweinsteiger, ben servito da una sponda del neo entrato Mandzukic. E’ un risultato che lascia al Bayern ampie possibilità di qualificazione, al Manchester servirà la partita perfetta a Monaco per fare fuori i campioni.

 

Vuoi commentare l'articolo?

Alessandro Paparella

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->