Calciomercato, partito il conto alla rovescia

Il calciomercato entra nel vivo. Non che finora colpi di scena e acquisti roboanti siano mancati, ma si sa, l’ultima settimana è da sempre quella in cui può succedere tutto il contrario di tutto. A infiammare il mercato sono, come spesso accade, gli attaccanti. Tutti li vogliono, dal Milan alla Juve, passando per Roma e Lazio. La situazione in casa Milan sembra essere la più delicata. Dopo gli entusiasmi iniziali sta pericolosamente traballando la panchina di Filippo Inzaghi, che in campionato ha perso tre delle ultime quattro partite, e nel 2015 ha vinto solo contro il Sassuolo in Coppa Italia. Con ogni probabilità proprio la sfida di stasera alla Lazio nella coppa nazionale sarà decisiva per il suo futuro, in caso di sconfitta le strade potrebbero separarsi, con Tassotti pronto a traghettare il Milan fino a giugno quando i nomi caldi potrebbero essere quelli di Montella e Conte. In ogni caso i rossoneri si stanno muovendo sul fronte Mattia Destro. L’attaccante di Ascoli Piceno ormai è ai margini del progetto Roma, gioca poco e vuole cambiare aria. Sabatini chiede non meno di quindici milioni di euro, e se l’affare dovesse andare in porto colmerebbe il vuoto con l’acquisto di Luiz Adriano dallo Shakhtar Donetsk. Roma che in difesa pensa sempre al romeno Chiriches del Tottenham per sopperire all’assenza di Castan.

Vuole un attaccante anche la Juventus, anzi più propriamente vuole Simone Zaza, sul quale già gode un diritto di prelazione per giugno. Nella giornata di oggi è previsto un incontro col Sassuolo per cercare di sbloccare l’affare, al momento frenato dalle riserve dei neroverdi che con una salvezza ancora da conquistare si priverebbero malvolentieri del loro bomber. Il piano B della Juve risponde al nome di Pablo Daniel Osvaldo, già bianconero il 31 gennaio scorso, chissà se la storia si ripeterà. L’italo-argentino è in rotta con l’Inter e ha rifiutato tutte le destinazioni suggeritegli dal suo agente e dalla società. Che abbia in mano qualcosa di “pesante”? Osvaldo piace anche al Milan, ma l’Inter paradossalmente lo spedirebbe più volentieri alla Juve che non lotta per il suo stesso obiettivo. Nel caso Osvaldo non si accasasse presso Juve o Milan stabilire il suo futuro sarebbe un vero e proprio rebus.

Altro attaccante in cerca di sistemazione è Antonio Cassano, che nella serata di ieri ha rescisso il contratto con il Parma. Anche qui situazione da monitorare, finora la squadra che si è mossa più concretamente è il Bari, a cui Cassano è legato da ragioni di cuore, ma per sposare la causa biancorossa dovrà scendere di categoria e rinunciare a diversi soldi. Tiepido al momento l’interesse delle big su di lui, complice l’età e i soliti problemi caratteriali.

La Lazio ha il problema di rimpiazzare l’infortunato Djordjevic, e potrebbe farlo tesserando l’argentino Bergessio dalla Sampdoria. Chiuso dagli arrivi di Eto’o e Muriel, Bergessio come caratteristiche ricalca molto la figura del serbo e potrebbe presto essere agli ordini di Stefano Pioli. L’alternativa, per ora molto sullo sfondo, è Pazzini, che al Milan gioca poco e potrebbe essere ulteriormente chiuso qualora arrivasse Destro o chi per lui. In ogni caso il “Pazzo”, in scadenza di contratto a giugno, potrebbe essere un nome last minute a sorpresa per diverse squadre in cerca di gol pesanti.

Vuoi commentare l'articolo?

Alessandro Paparella