9° edizione del Premio Sette Colli Giallorossi

Grande successo di pubblico per la nona edizione del Premio Sette Colli Giallorossi, evento organizzato e prodotto da Fabrizio Pacifici e presentato dall’attrice Emanuela Tittocchia, che si è svolto ieri sera presso presso il locale “Planet” di Roma. L’evento negli anni è diventato un appuntamento immancabile per tutti i tifosi giallorossi e non, come tappa di avvicinamento al derby capitolino. Fabrizio Pacifici spiega a LineaDiretta24.it il perchè di queste serate: “Sono nove anni che organizzo il Premio Sette Colli Giallorossi prima del derby. Un pò per creare un clima di fair play prima di una sfida molto sentita da tutta la città di Roma, ma soprattutto la mia idea nasce come ringraziamento agli amici del mondo spettacolo ma soprattutto a  gli idoli calcistici che ho avuto da ragazzo”. Il Sette Colli infatti ogni anno assegna un riconoscimento agli eroi sportivi e non, che si sono resi protagonisti nella storia della città di Roma; un premio dettato dal tifo e dalla passione dei tifosi giallorossi, un modo diverso per dire grazie alle vecchie glorie di Roma e Lazio. Infatti, anche quest’anno, in segno di fair play, premiati anche tifosi biancocelesti eccellenti, come il capitano dello scudetto ‘74 Pino Wilson.

Pino WilsonRaggiunto dai microfoni di LineaDiretta24.it Pino Wilson ha voluto ringraziare gli organizzatori della serata per il premio Roma&Lazio: “Sono molto contento del premio ricevuto perchè è un atto di stima nei miei confronti da parte dei tifosi giallorossi. Sono stato capitano e bandiera della Lazio e questo riconoscimento mi inorgoglisce per l’apprezzamento super partes della mia carriera da calciatore”. Wilson ha anche commentato l’avvicinamento della Roma e della Lazio alla sfida di domenica: “Le due squadre arrivano al derby più o meno con la stessa mentalità: entrambe vorranno emergere e non credo si accontenteranno del pareggio”. Parlando della Lazio aggiunge: “Al completo se la può giocare con tutti, ma purtroppo sta perdono pezzi strada facendo. Ripetere la stagione dello scorso anno è difficile. L’obiettivo ad oggi è limitare i danni e se ci riusciremo tra qualche mese potremmo dire la nostra”.

La serata ha visto anche altri premiati eccellenti: l’indimenticabile Principe giallorosso Giuseppe Giannini ha ricevuto il Pallone d’oro romanista; il Premio Romanista Vip è andato a Paul Mazzolini, in arte “Gazebo”; il SAP Lazio ha ricevuto il Premio S.P.Q.R., mentre il Premio Voce Romanista ha visto premiato il giornalista Dundar Kesapali. L’On. Paolo Cento ha ricevuto il Premio Curva Sud e l’attrice Nadia Rinaldi, il pugile Pasquale Di Silvio e il cantante Renato Monti hanno ritirato il Premio Speciale Romanità. Infine Ciccio Cordova e il vice-allenatore dello scudetto ’83 Luciano Tessari sono stati premiati con il Premio Sette Colli.

Luciano TessariLuciano Tessari in particolare, tramite LineaDiretta24.it, ha ringraziato per il premio ricevuto: “Sono davvero riconoscente a Roma prima di tutto, ormai la mia città, e a tutti i tifosi giallorossi, che a distanza di così tanti anni ancora si ricordano di Luciano Tessari. Queste serate sono bellissime, perchè riaccendono in me il ricordo di tutto quello che ho fatto prima in maglia giallorossa e poi al fianco di Liedholm. Ricordi gioiosi che ti tengono in vita”.

Vuoi commentare l'articolo?

Marco Juric

si avvicina al calcio giocato, e alla Roma, grazie alla chioma fluente di Giovanni Cervone. Non contento, pur rimanendo folgorato dalla prima autobiografia di Roy Keane, non si innamora del Manchester United, ma del Nottingham Forest. Dopo i primi trent’anni di osservazione partecipante, ha quindi deciso di passare gli altri trenta che gli rimangono a scriverne.