16.ma serie A: sarà fuga Juve ?

Il Verona di Mandorlini, invece, tornato al successo contro l‘Atalanta, dopo tre ko, vuole dimostrare di non soffrire di vertigini visto l’attuale sesto posto. Domenica 15 dicembre, fischio d’inizio alle 15.00, sono in programma ben sei sfide. Lo stadio Bentegodi di Verona è teatro del confronto salvezza tra due squadre rigenerate dal cambio tecnico: il Chievo, tre vittorie in altrettante partite dall’avvento di Corini e la Sampdoria, un successo e i pari con Lazio e Inter, dopo l’arrivo dell’ex Mihajlovic.

La Fiorentina riceve all’Artemio Franchi il Bologna con l’obiettivo di riscattare la sconfitta contro la Roma. Oltre a Gomez, Montella deve rinunciare anche allo squalificato Ambrosini. Cherubin, Perez e Sorensen gli assenti per il tecnico dei rosso-blu Pioli, a caccia di punti importanti per la salvezza. Beffate nei minuti di recupero e da dubbie decisioni arbitrali nell’ultima giornata, Genoa e Atalanta si trovano di fronte, a Marassi, in un match spartiacque per le proprie ambizioni.

Tre punti pesantissimi quelli in palio allo stadio Olimpico di Roma. Una Lazio in crisi profonda, ultimo successo datato 27 ottobre, riceve il Livorno terz’ultimo e distante appena quattro lunghezze. Un ulteriore passo falso, farebbe sprofondare Ledesma e compagni in piena lotta per non retrocedere oltre a sancire la fine anzitempo dell’avventura romana di Vladimir Petkovic. Chiudono il programma Parma-Cagliari e Udinese-Torino.

Domenica ore 18.30, la Juventus, priva di Pirlo e Marchisio, deve dimostrare contro il Sassuolo di aver metabolizzato la cocente eliminazione dalla Champions League. Un successo, l’ottavo consecutivo, la manterrebbe salda al primo posto. Alle 20.45 in programma il big-match Napoli-Inter. Gli uomini di Benitez, amareggiati per l’epilogo europeo, devono vincere per non perdere ulteriore terreno dalle prime posizioni. Mazzarri, che torna al San Paolo da avversario, ha chiesto alla sua Inter una grande prova per avvicinare la zona Champions.

Lunedì ore 20.45 chiude il turno l’altro match-clou che vede opposte, allo stadio Meazza, Milan e Roma. Gli uomini di Garcia devono ottenere la dodicesima affermazione stagionale per alimentare ambizioni scudetto. Out Balzaretti, Pjanic e Borriello. Il Milan, desideroso di rilanciarsi, resta avversario temibile. Per i rossoneri non ci sarà Robinho, in dubbio Abate ed El-Shaarawy.

Vuoi commentare l'articolo?

Federico Falsetto

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->