Sanremo: Giovanni Caccamo piglia tutto, stasera la finale dei Big

La quarta serata del Festival di Sanremo si apre con lo scontro tra i giovani per la finale delle Nuove Proposte. Gli eccentrici Kutzo hanno la meglio sulla ballata intima di Amara, mentre il favorito Giovanni Caccamo col brano “Ritornerò da te” vince il duello con Enrico Nigiotti. Come ribadito più volte da Carlo Conti, a differenza degli anni passati, la sfida dei giovani è stata anticipata alla gara dei Big per concedere maggiore visibilità alla categoria, spesso ignorata dal pubblico restio a reggere fino a tardi la maratona sanremese.

La promessa però non è stata del tutto mantenuta. L’esibizione dei giovani alle 20:45, per di più con un meccanismo eliminatorio da talent, è parso un rapido incipit al vero Festival. Insomma cambiando l’ordine il risultato è lo stesso e il fatto che il vincitore Giovanni Caccamo abbia messo tutti d’accordo aggiudicandosi anche il Premio della Critica e quello assegnato dalla sala stampa, senza sorprese né timide polemiche, ha avallato la tesi che queste Nuove Proposte sembrano quasi scomode alla scaletta del Festival. Gli si potrebbe dedicare una serata intera, oppure farle partecipare all’inutile gara delle cover, quest’anno ancora più noiosa senza duetti e con esibizioni discutibili.

Ipotesi che lasciano il tempo che trovano perchè stamattina l’auditel ha dato di nuovo ragione a Carlo Conti: il suo Sanremo con una media di 9.857.000 telespettatori e il 47.82% share (fonte twitter Giancarlo Leone), pare non subire nemmeno il calo fisiologico delle serate centrali. Il festival del “volemose bene”, senza ospiti imprevedibili, con un cast che accontenta tutti, marchette aziendaliste e “comici” da villaggio turistico, pare funzionare.

Menomale che c’è Twitter! Il popolo del live twitting è attento e non perdona nulla e anche ieri valanga di commenti per esibizioni e look. Forse il merito dell’aumento degli ascolti tra il pubblico più giovane sta anche in questo, per criticarlo bisogna guardarlo! Affermazioni da prendere con le pinze, certo, ma brava Emma Marrone che ai giudizi del web rilancia con la stessa moneta e sul palco dell’Ariston risponde con ironia, rendendo meno costruito un ruolo che palesemente le sta scomodo.

Detto ciò, la gara è entrata nel vivo. I Big da venti sono rimasti in sedici con le eliminazioni più o meno meritate di Biggio e Mandelli, Raf, Lara Fabian e Anna Tatangelo. Giusta l’uscita dalla gara de I soliti idioti, pesci fuor d’acqua che hanno provato a stupire alla Elio e le storie tese rimediando invece una chiara imitazione di Cochi e Renato. Giusta anche l’eliminazione di Lara Fabian, mascherata come artista straniera in gara, sembrava appartenere alla più radicata tradizione neomelodica con brano e stile troppo vecchi. Meno fortunati Raf, fisicamente provato dalla bronchite e Anna Tatangelo, vittima forse di pregiudizi immeritati, con una canzone non bella, ma più elegante ed intonata di altri colleghi.

Stasera la finalissima con Il Volo favoriti. Vedremo se quest’ultima serata riserverà qualche fuori programma. Anzi lo si spera.

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina De Vincenti