Trapani, donna uccisa dal marito dopo una lite

A Nubia, una piccola frazione nel comune di Paceco (Tp) che conta circa circa 700 abitanti , è avvenuta la sconvolgente morte di Anna Manuguerra, casalinga di 60 anni. La donna conviveva con il marito, Antonio Madone, carpentiere di 60 anni. Sarebbe stato proprio quest’ultimo ad uccidere la donna nella mattinata di domenica con una serie di violente coltellate. L’omicidio sarebbe stato compiuto in seguito ad una lite, ma gli investigatori stanno cercando di capire quale sia stato il vero movente a condurre l’uomo a fare un gesto così folle e sconsiderato. Secondo le fonti i due non avevano un rapporto sereno, la donna dormiva spesso a casa dell’anziana madre nonostante la loro casa fosse stata già da tempo divisa in due appartamenti separati. Madone da tempo raccontava in giro il sospetto che la moglie frequentasse un altro uomo.

Attorno all’ora di pranzo Antonio è stato avvistato da alcuni testimoni in un bar di Nubia dove avrebbe bevuto un caffè e comprato delle sigarette. L’uomo, durante la sua permanenza al bar, avrebbe avuto un atteggiamento aggressivo ed ambiguo, ma le persone presenti riportano di non averci fatto caso poiché era da tempo che Madone aveva assunto comportamenti nervosi.

I due avevano tre figli, due maschi e una femmina. Il dettaglio inquietante della faccenda è che uno dei tre, carabiniere, e si trovava nello stesso bar del padre dopo che quest’ultimo aveva appena ucciso a coltellate la madre nel loro appartamento. L’uomo è stato arrestato nel tardo pomeriggio non lontano dalla sua abitazione.

Vai alla home page

Leggi altri articoli dello stesso autore

DONNA UCCISA DONNA UCCISA DONNA UCCISA DONNA UCCISA DONNA UCCISA

Vuoi commentare l'articolo?

Anita Lazzari