Calciomercato 2017/2018: la Serie A diventa sempre più competitiva

Non importa da quanto possa essere finito il campionato, perché la sua mancanza c’è e si fa sentire: i tifosi non vedono l’ora che arrivi agosto per potersi finalmente sintonizzare sul massimo campionato italiano, e per tornare a condividere gioie e dolori con gli eroi che vestono la loro maglia del cuore. E la Serie A promette spettacolo: la Juve proverà a fare terra bruciata per la 7 volta di fila, mentre le pretendenti di sempre (Roma e Napoli) proveranno a sfatare questo lungo, lunghissimo tabù. E le milanesi? Non resteranno a guardare, così come Lazio, Fiorentina e Atalanta, pronte a dare battaglia per un piazzamento europeo.

Non solo Juve: ci sono anche le milanesi

La Juve partirà ovviamente con l’obiettivo di inanellare la settima coppa scudettata in sette anni, cercando nel mentre di sfatare il suo personalissimo tabù ventennale con la Champions League. Ma ci saranno anche Inter e Milan a rendere tutto più complicato: magari non riusciranno a competere per lo scudetto, ma sicuramente faranno di tutto per conquistare un piazzamento Champions e per dimenticare in fretta questi anni tremendi, assottigliando dunque la quantità di punti a disposizione delle dirette concorrenti e non solo. Soprattutto i rossoneri, che hanno già speso più di 100 milioni a giugno.

 

Come si stanno muovendo Roma e Napoli sul mercato?

Roma e Napoli, dal canto loro, proveranno come sempre a insidiare la regina bianconera: e lo faranno partendo da un mercato che forse non sarà scoppiettante come quello delle due sponde del Naviglio, ma solo perché le due rose sono già estremamente competitive. Il lifting in vista della prossima stagione, però, è necessario: i giallorossi proveranno a rinfrescare la rosa con qualche giovane innesto, come ad esempio il giovane Pellegrini, un centrale difensivo ed un esterno di spessore, nel caso venisse ceduto Salah. Il Napoli, invece, proverà l’attacco al milanista Suso, perfetto per gli schemi di Sarri. Le sliding doors del mercato di quest’anno renderanno dunque il campionato molto più competitivo: uno spettacolo assicurato quello della prossima Serie A, che in TV potrà essere seguito in diretta su Mediaset Premium.

 

Cala la forbice fra alta e media classifica

Ad aggiungere ulteriore pepe al campionato ci penseranno Lazio, Fiorentina e Atalanta: decise come non mai a contendersi l’Europa. La forbice che negli ultimi anni ha separato l’alta classifica da quella media, dunque, è destinata a ridursi ai minimi termini: abituiamoci sin da subito ai sorpassi e ai contro-sorpassi, dato che ogni giornata sarà buona per mettere la freccia e per provare a conquistare un’annata al di sopra delle aspettative iniziali. Con buona pace della Juve, della Roma, del Napoli e delle milanesi, che non potranno mai dare nulla per scontato: come in fondo ci ha insegnato il Leicester di Ranieri.

 

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione