Detti rimonta da bronzo

La prima giornata di Rio 2016 ha portato all’Italia due medaglie. Rossella Fiamingo nella spada si è dovuta accontentare dell’argento, mentre nella notte Gabriele Detti ha centrato uno splendido bronzo nei 400 stile. Delusione per Nibali, caduto mentre era in fuga. Nessuno squillo da tiro earco, vince in rimonta il Settebello.

NUOTO – Gabriele Detti ce l’ha fatta, è salito sul podio in una delle gare simbolo del nuoto. Fino ai 3/4 è rimasto all’ultimo posto, poi nell’ultima vasca ha iniziato a risucchiare avversari su avversari. Horton e Sun Yang erano soli là davanti: l’australiano capace di precedere il misterioso cinese, del quale ricordiamo il ritiro prima della finale dei 1500 al mondiale. Dietro di loro, Gabriele Detti ha completato la sua rimonta capolavoro, battendo gli americani e giungendo a 9 centesimi dallo storico limite di Rosolino nei 400 stile libero.

Ha demolito di oltre 2” il record mondiale dei 400 misti la Hosszu, mentre nella prova maschile il nipponico Hagino ha resistito al ritorno di Kalisz e posto fine al ventennale dominio Usa. All’esordio nella sua quarta olimpiade, Federica Pellegrini ha trascinato al mattino le compagne al record italiano nella 4×100, ma in finale il quartetto è stato più lento, chiudendo sesto nella gara dominata dall’Australia con il primato del mondo. Delusioni in batteria per Turrini e la Bianchi. Così, nella prima giornata del nuoto italiano, rimane l’impresa di Gabriele Detti.

ILLUSIONI SICILIANE – Rio 2016 ha illuso e poi tradito i due campioni siciliani ai quali erano affidate le speranze azzurre di oro numero 200 della nostra storia olimpica. E se la Fiamingo tornerà comunque a casa con un argento, Nibali ha rimediato, oltre alla sconfitta, anche un infortunio.

La ragazza catanese era arrivata in Brasile con i favori del pronostico, dall’alto dei suoi due titoli mondiali vinti. Ha controllato nei primi tre incontri, pur partendo sempre in sordina, per poi completare una clamorosa rimonta in semifinale con Sun Yiwen. La cinese si era trovata avanti 11 a 7, il cronometro implacabilmente avanzante. Tutto sembrava perduto, ma Rossella era riuscita a rimontare, fino a piazzare la stoccata del 12 a 11 nel supplementare. Finale contro l’ungherese Szasz, un inizio in controtendenza rispetto alla giornata, Fiamingo saliva 11 a 7 a metà del secondo assalto, ma stavolta è stata lei a spegnersi e la Szasz si è imposta 15 a 13.

A 12 km dalla fine della prova di ciclismo su strada, Nibali era in fuga con Majka ed Henao. Avevano superato anche l’ultima asperità e si erano lanciati sulla discesa, la specialità di Vincenzo. Non potevano rallentare perché il gruppetto degli inseguitori era loro prossimo. Nello stesso punto in cui al giro precedente era caduto Porte, ruzzolavano anche Nibali ed Henao, mentre Majka passava indenne. Frattura alla clavicola per il messinese e la consapevolezza di una grande occasione perduta. Nel tratto in pianura, Fuglsang e Van Avermaet riuscivano a riportarsi su Majka e, allo sprint, si imponeva il belga, eterno piazzato di Fiandre e Roubaix, al più bel successo nella carriera. Sesto Aru.

PALLANUOTO – Il Settebello si è qualificato con fatica all’olimpiade e neppure l’esordio ha fornito indicazioni troppo positive. Ha però vinto, 9 a 8 sulla Spagna, rimontando uno svantaggio di 6-8 a fine terzo periodo. Di Christian Presciutti il gol decisivo, importanti le parate di Del Lungo, subentrato all’eterno Tempesti. Preoccupano le condizioni di Aicardi, che si è fratturato il naso in uno scontro di gioco.

Il torneo era partito alla grande con una splendida sfida fra Ungheria e la Serbia campione del mondo che, costretta sempre a inseguire, ha acciuffato il definitivo 13-13 con un gol a 4“ dal termine di Filipovic.

GLI ALTRI ITALIANI – Nella boxe il pro Tommasone ha esordito con una vittoria, subito fuori Cappai. Ha divertito il duo di beach volley, che ha battuto l’Austria mettendo in mostra con Carambula la cosidetta skyball, servizio a palombella che va a morire lento poco dopo la rete. Gli arcieri sono stati travolti nei quarti dalla Cina, mentre nella carabina da 10 metri ha deluso le attese la Zublasing. Campionessa del mondo due anni fa, è giunta solo 33esima. Sesto Giordano nella pistola da 10 metri. Subito fuori i judoki Manzi e Moscat. 

Brava Sara Errani, vittoriosa in rimonta sull’olandese Bertens nel primo turno del tennis, che ha già perso Aga Radwanska e Venus Williams, sconfitta 7-6 al terzo dalla Flipkens nel match del giorno. Fuori malamente la Vinci con la Schmiedlova, cede la Knapp, passa Seppi rischiando troppo.

Il basket si è aperto con il sorprendente successo, almeno nel punteggio, dell’Australia sulla Francia. Un 87 a 66 con Mills più decisivo del suo compagno di Spurs Tony Parker. Scampagnata di Team USA, +57 sulla Cina.

Due ori nel nuoto consentono all’Australia, che ha anche il bronzo nell’arco, di guidare il medagliere. Mentre l’Italia è a quota due: il bronzo di Gabriele Detti e l’argento di Rossella Fiamingo.

Twitter: @MicheleSarno76

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

michele sarno