World Transplant Games: la nazionale chiama

World Transplant Games è la manifestazione sportiva che si svolge ogni due anni, alla quale  partecipano più di 1500 atleti in rappresentanza di 69 paesi, ma per prendere parte alla competizione non basta la sola dote sportiva, ci vuole qualcosa in più: un trapianto o essere stato in dialisi.

Per oltre 35 anni la Federazione Mondiale Transplant Games ha messo in scena eventi sportivi internazionali per gli atleti “trapiantati” al fine di dimostrare il successo fisico della chirurgia dei trapianti e per aumentare la consapevolezza della necessità di aumentare la donazione di organi.

Non c’è dono più grande del dono della vita, un arrivederci per un ben tornato, nel piccolo e nel grande donare fa bene all’esistenza e questi atleti ne sono la prova vivente. Badminton, Bowling, Ciclismo, Golf, Bocce, Gara su strada, Tennis,  Curling, Snowboard, Pallavolo e tanto altro dagli juniores ai senior over 70, unico imprescindibile requisito resta quello di aver ricevuto “qualcosa di speciale”.  Ora, proprio in vista dei prossimi World Transplant Games, la Nazionale italiana trapiantati e dializzati di volley è pronta ad aprire i battenti a nuovi atleti che possano dare il loro contributo per i campionati mondiali di Malaga 2017.

Sulla pagina social della Nazionale  parte il wanted secco e deciso: “Sei trapiantata/o e giochi o hai giocato, anche a livello amatoriale, a pallavolo? Se la risposta è SI, stiamo cercando proprio te! Cerchiamo nuovi atleti da inserire nel nostro organico per completare la nostra rappresentativa in vista dei nostri prossimi impegni. Il nostro obiettivo è quello di diffondere la cultura della donazione  e dimostrare che, dopo un trapianto, si può tornare a praticare sport  anche a buoni livelli. Coraggio, fatevi avanti, potreste essere proprio voi ad indossare la maglia della nostra nazionale”.

Così, dando uno sguardo alle bellissime storie di Patrick che ha ricevuto una seconda vita dalla mamma, di Pietro appena “rinato”, di Carlo Alberto che di interventi ne ha subiti 30 e salta sopra la rete come un grillo e di Michael che respira a pieni polmoni come mai prima, resta solo una cosa da fare: donare!

Vai alla homepage di Lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @_MelaniaFusco_

Vuoi commentare l'articolo?

melania fusco

Classe 1982, romana e romanista doc, "fresco" avvocato con la grande passione per la scrittura e l'animo umano. "La penna è il mio pennello e realizzerò grandi opere di libertà".