Voli Usa: vietati pc e tablet a bordo

La notizia circolava da giorni, ora la conferma: vietati pc e tablet in cabina passeggeri. Secondo una decisione presa dal segretario alla sicurezza interna degli Usa, John Kelly, sarà vietato portare pc e tablet a bordo di voli internazionali provenienti da alcuni dei più importanti aeroporti del Medio Oriente.

La scelta emergenziale è stata ritenuta opportuna in seguito ad alcune indiscrezioni d’intelligence: pare infatti che cellule islamiche stessero progettando di far esplodere un aereo diretto negli Usa, tramite una carica esplosiva contenuta nella batteria del pc.

Alla decisione si è unito anche il Regno Unito, coinvolto dal report dell’intelligence statunitense. Canada e Francia starebbero invece al momento ponderando l’ipotesi di unirsi ai due paesi anglofoni.

Al momento del check-in i passeggeri dovranno lasciare nel bagaglio in stiva qualsiasi dispositivo che sia più grande di uno smartphone: sono quindi compresi consolle per videogiochi, ipad, laptop, kindle e altri strumenti elettronici.

vietati pc e tablet

Gli aeroporti coinvolti da questa scelta di Usa e Regno Unito sono i seguenti:

  • Giordania
  • Egitto
  • Turchia
  • Arabia Saudita
  • Kuwait
  • Qatar
  • Emirati Arabi e
  • Marocco

Subito è scattata l’ira dell Turchia, la quale, anche a seguito delle recenti frizioni con l’Olanda, ha promesso ritorsioni per una scelta che rischia di avere un impatto negativo sul flusso dei viaggiatori.

Il bando avrebbe effetti su 50 voli circa al giorno e vi sarebbero coinvolte nove compagnie, tutte in buoni rapporti con gli Usa. Queste dovranno adeguarsi entro le successive 96 ore:

  • Emirates
  • Qatar
  • Turkish
  • Royal Jordanian
  • EgyptAir
  • Saudi Airlines
  • Kuwait Airways
  • Royal Air Maroc ed
  • Etihad Airways

Calde anche le proteste da Ryiad e altri ricchi centri del Medioriente. Tra le lamentele più ricorrenti vi sarebbero quella connessa al rischio furti da parte del personale aeroportuale e quella legata al rischio di incendio.

hhh j k o k

torna alla homepage di lineadiretta24

leggi altri articoli dello stesso autore

@federicolordi93

Vuoi commentare l'articolo?

Federico Lordi