Ebook o cartaceo un libro è un libro (?)

Un selfie col pollice verso. E’ questa la campagna social promossa dall’Associazione Italiana Editori (AIE) che da circa un mese ha attivato migliaia di post e conversazioni con hashtag #unlibroéunlibro sul sito ufficiale dell’iniziativa (www.unlibroeunlibro.org) e sui social network Facebook, Twitter, Instagram. Il messaggio è uno: equiparare l’iva degli ebook a quella dei libri cartacei.

L’Europa, infatti, considera il libro tradizionale e l’ebook in modo diverso: il cartaceo ha l’IVA al 4%, il digitale al 22%.
Tutti coloro che amano i libri si impegnano affinchè i libri siano trattati in modo uguale indipendentemente dal loro formato.
Gli obiettivi dell’iniziativa sono molto chiari:
– dimostrare che una storia è una storia, indipendentemente dal supporto di lettura;
– favorire la diffusione del libro in Italia anche attraverso l’aiuto delle nuove tecnologie, considerando che il nostro Paese è all’ultimo posto in   Europa per indice di lettura;
– sensibilizzare gli altri Paesi europei sfruttando la presidenza italiana di turno presso l’UE.

E voi siete fedeli al libro tradizionale o aperti alle nuove fruizioni digitali? O semplicemente un libro è libro?

Twitter: @vale_polly

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina De Vincenti