Ultima volta a San Siro per Totti. I suoi goal più belli

Ultima volta a San Siro per Totti. Quella di domani col Milan sarà, a meno di sorprese incredibili dell’ultimo minuto, l’ultima occasione per vedere il capitano giallorosso giocare nello stadio dove ha segnato più goal lontano dall’Olimpico, ben 14 reti, delle quali alcune tra le più belle che Totti abbia mai siglato. Anni fa San Siro sarebbe potuto diventare il suo stadio, Piersilvio Berlusconi lo voleva al Milan a tutti i costi e la Roma, a pochi anni dallo scudetto del 2001, attraversava una crisi economica. Ma alla fine non se ne fece nulla. Per quanto Piersilvio avesse pensato a tutto, anche al fatto che sua moglie fosse amica di Ilary, ma papà Silvio alla fine bloccò tutto. Non poteva strappare a Roma la sua bandiera. Non sappiamo se Spalletti lo schiererà, il rapporto tra i due in questi ultimi due anni non sembra proprio idilliaco, ma siamo certi che anche Milano, come molti altri stadi nei quali Totti quest’anno è entrato in campo, tributerà il giusto omaggio al campione/rivale.

 

Ultima volta a San Siro per TottiL’ultima volta a San Siro per Totti è anche l’occasione per rivedere alcuni dei suoi goal più belli che vennero siglati proprio all’ombra della Madonnina. Dalla splendida rovesciata del 2008 contro il Milan a quello che a detta di molti è stato il più bello della sua lunghissima e prolifica carriera. Inter Roma del 26/10/2005. Totti prende palla a centrocampo e vince un paio di contrasti, avanza palla al piede fino ad arrivare nei pressi dell’area di rigore nerazzurra. Alza lo sguardo e vede il portiere un po’ fuori dai pali e regala a San Siro, ai romanisti, agli amanti del calcio ed al calcio stesso un cucchiaio perfetto che si insacca sotto la traversa. Se non il suo goal più bello sicuramente uno dei primi tre. A san Siro si è perfino tolto la soddisfazione di segnare di testa, non di certo una sua specialità. Totti per l’ultima volta a San Siro sarà l’occasione per rivederlo in campo (forse) per fargli tributare il giusto omaggio anche dagli acerrimi rivali milanisti. Cosa che del resto già un anno fa fecero. Perché un campione come Totti è sicuramente un tesoro per Roma ed i romanisti. Ma lo è stato anche per gli avversari e per chiunque ami il calcio.

 

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

@MassimoSilla_

Vuoi commentare l'articolo?

Massimo Silla

Appassionato di lettura, scrittura, pittura, insomma di qualunque cosa non richieda uno sforzo fisico. Nostalgico e cialtrone ha intrapreso innumerevoli carriere,tra le quali il Babbo Natale, senza mai eccellere in nessuna